Banner Top
Banner Top

Rapina e lesioni, individuato il complice minorenne

immagine dimostrativa
immagine dimostrativa

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Guardiagrele a distanza di 20 giorni dall’arresto del primo rapinatore, un 20enne, del posto, hanno eseguito una misura di custodia cautelare nei confronti del suo complice, un minorenne di 17 anni. L’accusa è di rapina e lesioni personali. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di L’Aquila, che ha disposto il collocamento del minore in una comunità della Provincia.
Le indagini svolte dagli uomini dell’Arma sono partite lo scorso 6 luglio 2014 dopo che alcuni passanti avevano telefonato al 112 per segnalare una presunta rissa tra giovani. In realtà, come hanno poi accertato i Carabinieri al loro arrivo, i due avevano fermato il 30enne mentre camminava da solo a piedi in paese e gli avevano intimato di consegnare loro il portafogli. La vittima però si era opposta alla richiesta e fra i tre era scoppiato una colluttazione durante il quale uno dei rapinatori, il 17enne, prima di fuggire a mani vuote, aveva sferrato alla vittima un pugno in pieno volto.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.