Banner Top
Banner Top

San Salvo: la storica azienda Argirò in crisi

argiroLa crisi economica sta mietendo, purtroppo, un’altra vittima e stavolta si parla della zona industriale di San Salvo. Dopo i casi Golden Lady  e Pantalonifico d’Abruzzo nella Valsinello, la Sider Vasto a Punta Penna, tocca ora ad una delle aziende di meccanica di precisione storica di Piana S. Angelo, la Mario Argirò Srl. Fondata a San Salvo nel 1976 come succursale della Officina madre creata a Torino da Mario Argirò nel 1956, l’azienda attraversa uno dei momenti più critici della sua storia.

Infatti, ieri, 26 giungo, nella sede della Provincia di Chieti, alla presenza del funzionario  del settore Lavoro dell’Ente, si è tenuto un incontro tra la Società Mario Argirò Srl Giuseppe Argirò, in qualità di rappresentante dell’omonima azienda, assistito da Massimo Cervellini, funzionario Area Sindacale, Lavoro e Previdenza di Confindustria Chieti, Mario Codagnone,  rappresentate del Comitato Direttivo della Fiom Cgil Provinciale, e le RSU dello Stabilimento Antonio Marino e  Marco Scè”.

Il summit, come chiarisce lo stesso Codagnone, ha avuto lo scopo principale “di fare il punto sulla situazione produttiva e finanziaria dell’Azienda, nonché di attivare il ricorso al Contratto di Solidarietà difensivo per i 44 dipendenti dal 1 luglio 2014 al 30 giugno 2015, per gestire in modo equo il lavoro che c’è e il reddito di tutti i lavoratori”.

L’appuntamento di Chieti è avvenuto dopo che, mercoledì 18 giugno,”la Fiom Cgil e la RSU hanno tenuto un’assemblea con tutte le lavoratrici e i lavoratori dell’Azienda per valutare l’incontro avuto in precedenza con la Direzione aziendale e hanno avuto il mandato su come affrontare questa fase delicata, con quali iniziative e proposte operative. L’Azienda, che si occupa fondamentalmente di impiantistica industriale per il settore Automotive ed altro, sta cercando e prendendo nuove commesse, ma per avere dei benefici di maggiore liquidità  ci vorrà qualche mese.

La crisi generale  del nostro territorio e di tutto il Paese non offre al momento soluzioni alternative efficaci per avere nuovi sbocchi occupazionali, ma bisogna lottare tutti per affermare un piano del lavoro e difendere quello che c’è. E’ necessario che il Governo si impegni su una seria politica industriale e faccia investimenti che creino lavoro ed occupazione.

Tornando all’Azienda Argirò di San Salvo, con la volontà e la certezza espressa dalla Società di acquisire nuove commesse, con l’attivazione del Contratto di Solidarietà per gestire equamente l’orario di lavoro dei 44 dipendenti e con la definizione di un piano di rientro per pagare le mensilità arretrate ai lavoratori, si sono create le basi per il rilancio produttivo e la salvaguardia dei livelli occupazionali della Società Argirò che è un’ Azienda importante del nostro territorio con una tecnologia di valore e grandi professionalità”.

Insomma la Argirò vuole provare a sfidare il difficile momento con un programma industriale che  mira elle nuove commesse e, conseguentemente, a tutelare i livelli occupazionali. Speriamo che ce la possa fare.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.