Assemblea di Sel, Sante Cianci si dimette da coordinatore

sel-conferenza stampa - 02È stato un mercoledì intenso per gli iscritti vastesi di Sinistra ecologia e Libertà che, come anticipato da qualche tempo, nell’assemblea cittadina si sono trovati di fronte alle dimissioni irrevocabili di Sante Cianci, figura storica della sinistra vastese.

Dimissioni giunte dopo una prima valutazione positiva del voto alle regionali che secondo i vendoliani vastesi “ha registrato un risultato positivo che ha portato all’elezione di un rappresentante di Sel al Consiglio Regionale, Mario Mazzocca, che sostituisce Franco Caramanico al quale va il ringraziamento di tutto il circolo per l’impegno profuso in questi anni. Particolarmente positivo il risultato di Vasto che conferma con il 3,83% essere tra tutte le città medio-grandi abruzzesi quella dove Sel ha registrato il migliore risultato (a fronte di una media del 2,5%)”.

In realtà i militanti di Sel non devono aver gradito molto il fatto che il partito abbia dato una chance a proprio a Mazzocca che fino ad aprile militava nel Pd dal quale si era autosospeso perché si era visto sbarrare la strada della corsa alle regionali, il tutto a spese del candidato storico del movimento Franco Caramanico.

Fatto sta che “durante la riunione Sante Cianci, come da tempo preannunciato, ha rassegnato le proprie dimissioni dal ruolo di coordinatore cittadino con l’intento di trovare nuove forze e nuovi entusiasmi al fine di condurre il partito verso le sfide future che lo attendono.

L’assemblea di circolo ha chiesto unanimemente a Cianci di mantenere la propria delega ma quest’ultimo ha precisato che le sue dimissioni sono da considerarsi irrevocabili.

A termine della appassionante riunione l’assemblea di circolo ha rivolto al coordinatore uscente il proprio ringraziamento per aver condotto, nei periodi più difficili, il partito con competenza, onestà e trasparenza”.

Al posto di Sante Cianci ricoprirà la carica di coordinatore cittadino l’attuale assessore alle Politiche sociali Anna Suriani, come richiestole unanimemente dall’assemblea, in attesa di avviare le procedure elettive per le carica, ma, soprattutto, di vedere quello che accadrà alla Giunta Lapenna, dalla quale qualcuno ipotizzava che potesse uscire anche la Suriani.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.