Banner Top
Banner Top

Montemurro: perchè non pensare a una polizza assicurativa per vittime di reati?

Montemurro_MassimilianoSulla questione sicurezza proprio ieri è stato scritto un capitolo importante con l’annuncio da parte del Questore Barboso dell’arrivo di quattro poliziotti in pianta stabile e tre a titolo temporaneo e da parte del sindaco Lapenna dell’assunzione di 10 vigili stagionali e tre a tempo indeterminato.

Questo sul fronte attivo, ma Massimiliano Montemurro, evidentemente alla luce anche del continuo ripetersi di atti criminosi, allarga il discorso anche sul fronte passivo quando parla di come “Nel 2011 avevo inoltrato una proposta al Sindaco Luciano Lapenna che consisteva  nella  stipula di una  polizza a favore dei residenti vittime di furti, scippi e rapine”.

“La stipulanda polizza – secondo le intenzioni del consigliere comunale in quota Udc – avrebbe dovuto assicurare un risarcimento economico oltre a prevedere, se necessario, l’invio presso l’abitazione di una guardia giurata, di un tecnico (fabbro, falegname, elettricista, idraulico, vetraio, ecc..), di un medico, di un infermiere o di una collaboratrice domestica per sistemare la casa e, infine, il rimborso di  eventuali spese di albergo, qualora l’abitazione fosse risultata inagibile. La stessa non fu neppure presa in considerazione perché ritenuta fantasiosa.

A distanza di oltre tre anni i comuni di Milano, Bologna, Bari, Gonzaga e molti altri hanno stipulato detta polizza a sostegno dei propri cittadini”.

Montemurro torna a sollecitare l’Amministrazione comunale sulla questione suggerendo anche due ipotesi per reperire i fondi necessari: “Poiché siamo in procinto di approvare il bilancio di previsione pluriennale 2014/2016 ritengo opportuno che ci si  fermi a riflettere su alcuni elementi importanti:

è stata prevista la spesa di 50.000 euro per il film festival 2014; per circa tre anni consecutivi è stata stanziata la spesa di 25.000 euro all’anno per l’affitto di strumentazioni per il teatro Rossetti (volendoli acquistare  usati sarebbero costati  forse €30.000 a fronte dei 75.000 sborsati).

Mi chiedo quindi se non sarebbe opportuno sacrificare un evento mediatico come il film festival oppure  rinegoziare il contratto d’affitto di detti strumenti in considerazione che gli stessi sono stati ampiamente remunerati, per offrire un servizio a tutti i nostri cittadini?

Ho apprezzato le parole del sindaco che esortava tutti ad  essere uniti e fare squadra in materia di sicurezza pubblica, spero che le stesse non siano semplici parole ma possano tradursi in fatti concreti”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.