Banner Top
Banner Top
Banner Top

A lavoro ubriaco, colpisce con un pugno il responsabile della ditta

Commissariato_2Ha sferrato un pugno alla nuca del responsabile della ditta per cui lavorava dopo che quest’ultimo l’aveva invitato a tornarsene a casa perché in evidente stato di ubriachezza. Protagonista dell’episodio, accaduto nei giorni scorsi in una ditta alla periferia di Vasto, un uomo di origini albanesi, da tempo residente in Italia.
Quando il responsabile della ditta gli ha spiegato che in quello stato non poteva proprio lavorare, anche perché la tipologia del lavoro prevedeva l’uso di macchinari particolari, dove era richiesta la massima concentrazione per non incorrere in incidenti, l’albanese era andato su tutte le furie, insultando pesantemente il responsabile e, nonostante questi facesse di tutto per calmarlo, ha continuato con fare arrogante e minaccioso fino a bloccarlo in un angolo. Quando si era accertato che da lì non avrebbe potuto sfuggirgli, l’ha colpito con un forte pugno dietro la nuca.
Le urla dell’uomo hanno richiamato un dipendente della ditta che, considerata la situazione, ha provveduto a chiamare la Polizia.
Gli operatori della Squadra Volante del Commissariato, coordinati dal Dirigente Dr. Cesare Ciammaichella, immediatamente intervenuti sul posto, hanno trovato l’uomo completamente ubriaco, con l’alito vinoso, con fare barcollante, che prendeva a parolacce il malcapitato, giurandogli di fargliela pagare.
Solo alla vista della Polizia l’uomo si è finalmente calmato, e solo dopo un lungo dialogo, trattative e molta pazienza da parte degli agenti, che volevano evitare ulteriori atti di violenza, è stato accompagnato fuori dallo stabilimento senza usare la forza.
L’albanese è stato identificato per C.I., di 60anni, con qualche precedente di Polizia per guida senza patente e guida in stato d’ebbrezza, ed è stato denunciato per ingiurie e lesioni personali. Dalle informazioni raccolte è emerso che più volte l’uomo aveva fatto uso di sostanze alcoliche sul posto di lavoro con atteggiamenti arroganti e minacciosi. Ora rischia il licenziamento, poiché la stato di ebbrezza sul posto di lavoro è idoneo a configurare la giusta causa per l’irrogazione della massima sanzione disciplinare nei confronti del dipendente.
Intanto, il responsabile della ditta è stato costretto a recarsi in Pronto soccorso, dove è stato sottoposto ad attente analisi per verificare la gravità del trauma a seguito del pugno ricevuto.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.