Banner Top
Banner Top

Le Mans amaro per Andrea Iannone che cade già nel secondo giro

Iannone_Andrea_2Si è chiusa già nel secondo giro la sfortunata gara di Andrea Iannone sullo storico circuito di Le Mans per il Gran Premio Monster Energy di Francia. Dopo le buone aspettative maturate a margine anche del warm up del mattino il vastese parte bene come al suo solito. Un paio di curve e si trova a contatto con l’ex ducatista Nicky Hayden che purtroppo finisce a terra. Ancora un giro e Andrea, nel tentativo di restare incollato ai migliori, esce di traiettoria nel curvone e la sua Ducati Pramac scivola a terra regalandogli ancora uno zero in classifica per fortuna senza conseguenze fisiche di rilievo.

Forse il maggior rammarico stagionale sta proprio in una sorta di paradosso, ovvero nel fatto che Iannone ha la sensazione di avere tutte le carte in regola per stare per lo meno vicino agli “umani” (perché Marquez quest’anno sembra essere venuto da un altro pianeta) e ci prova fin da subito, ma, evidentemente, non riesce a portare immediatamente le gomme a una temperatura ottimale che gli garantisca il grip necessario alle prestazioni che pretende dalla sua moto.

Probabilmente dovrebbe attendere qualche giro in più prima di forzare, ma così facendo Andrea sa bene che rischierebbe di perdere irrimediabilmente il treno dei migliori; d’altronde, però, non può neanche continuare a segnare degli zeri in una classifica che ora lo vede relegato all’undicesimo posto con 25 punti mentre Dovizioso è quarto con 53 punti e si avvicinano anche L’altro pilota della Pramac Hernandez (15.mo con 16 punti) e l’altro Ducati ufficiale Crutchlow (16.mo con 15 punti).

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.