Banner Top
Banner Top

A Vasto i candidati abruzzesi alle europee con Tsipras

incontro-lista-tsipras-europee - 14Si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri l’incontro organizzato a Vasto da Sel e Rifondazione Comunista per la presentazione dei candidati abruzzesi alle europee per la lista “L’altra Europa con Tsipras”, Enzo Di Salvatore, di Teramo, e Anna Lucia Bonanni, di L’Aquila. Con loro, Lino Salvatorelli, alcuni dei candidati alle regionali, come Alessandro Cianci, Graziella Marino e Andrea Rosario Natale, insieme ai  rappresentanti della sinistra vastese, tra cui gli assessori Marco Marra e Anna Suriani, Sante Cianci, Carmine Tomeo, Marilisa Spalatino e Ivo Menna.
Nelle parole di Di Salvatore, professore associato di Diritto costituzionale e comprato presso la Facoltà di Giurisprudenza di Teramo, l’idea di Europa della lista Tsipras: “C’è chi vuole uscire dall’Europa e chi vuole lasciarla così com’è. Noi crediamo che ci sia bisogno di Europa, ma di un’Europa diversa; l’Europa che c’è adesso ha fondamenti di tipo esclusivamente economico, invece occorre un’Europa politica; non ci piace per le sue politiche di austerity e per la scarsa attenzione ai diritti e alla tutela ambientale. Il Pd vanta di aver fatto approvare la direttiva sulla Valutazione di Impatto Ambientale, ma quella direttiva dice che i progetti a impatto ambientale devono essere sottoposti a Via, però dice anche che se il Governo di uno degli stati membri decide che un determinato progetto è ‘strategico’, si può anche non applicare”. Inevitabile poi un passaggio sui progetti petroliferi: “Nella provincia di Teramo una multinazionale ha avuto il permesso per effettuare ricerche sulle colline teramane, dove si produce un Montepulciano che si esporta in tutto il mondo. Una ricetta vincente e una risposta alla globalizzazione va invece della direzione opposta, perché quei pochi posti di lavoro che arrivano con gli impianti petroliferi svaniscono appena finisce il petrolio, ma intanto il territorio è stato rovinato, invece puntare sulle peculiarità del territorio porta lavoro stabile nel tempo, quindi è un vantaggio sia dal punto di vista economico che ambientale”.
A seguire, Anna Lucia Bonanni ha riportato la propria esperienza con “il popolo delle carriole” a L’Aquila, un esempio di impegno in difesa del territorio: “Il 14 febbraio 2010 in 300 abbiamo violato la zona rossa, due domeniche dopo eravamo in 6 mila, due mesi dopo in 20mila abbiamo occupato l’autostrada L’Aquila-Roma e a novembre abbiamo presentato con 50mila firme una legge di iniziativa popolare che purtroppo è rimasta ferma alla Camera. Questo per dire cosa possono fare i cittadini, quando si mobilitano e lottano per il proprio territorio”.
Riguardo alle imminenti elezioni, Anna Lucia Bonanni, insegnante di Italiano e Storia, con un passato da giornalista e un’esperienza da consigliere comunale, ha ricordato che “il partito più forte” è quello dell’astensione: “Dobbiamo convincere chi non vuole andare a votare che c’è un’alternativa e quell’alternativa siamo noi. Per sconfiggere gli euroscettici, come dice Tsipras, non dobbiamo distruggere l’Europa, ma ricostruirla dopo il terremoto della crisi finanziaria. Ma la medicina per farlo non sono le politiche di austerità, bensì gli investimenti sulla riconversione ecologica della produzione. Inoltre dobbiamo ricostruire la fiducia nelle istituzioni di chi non si sente più rappresentato e noi possiamo farlo perché oltre che un ottimo programma, abbiamo candidati credibili. La primavera che non si decide a mostrarsi, esploderà il 26 maggio”.

n.l.

  • incontro-lista-tsipras-europee - 14
  • incontro-lista-tsipras-europee - 05
  • incontro-lista-tsipras-europee - 10
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.