Banner Top
Banner Top

Niente Bandiera Blu per Vasto Marina e montanto le polemiche

vasto marina 1Il mancato riconoscimento della Bandiera Blu al litorale di Vasto Marina, quello più turistico della città, ha sollevato, e non poteva essere altrimenti, un vespaio di polemiche soprattutto da parte delle opposizioni. Il primo a scagliare sassi contro l’Amministrazione è stato Davide D’Alessandro che in una breve nota ha così commentato: “Lapenna è abile nel tirare la coperta, ma la sua somiglia sempre di più a quella del militare: copre la testa e scopre i piedi. Vasto Marina senza bandiera blu per il secondo anno consecutivo è uno smacco per la nostra città, che vogliamo fortissimamente a vocazione turistica, ma con i fatti, non con le parole. Se Lapenna facesse e non disfacesse, Vasto Marina avrebbe naturalmente la sua bandiera blu. Siamo super felici per gli altri posti della città, ma il Golfo non c’è senza Vasto Marina. Lapenna si ponga l’obiettivo per l’anno prossimo, perché sarà la sua ultima possibilità. Vasto ha già ammainato tante bandiere in questi anni, ammainare anche quella di Vasto Marina non gli farebbe certo onore”.

A rincarare la dose ci ha pensato Marco Di Michele Marisi rappresentante di Giovani in Movimento, un sodalizio di giovani vastesi del centrodestra, che ha commentato causticamente: “Per il secondo anno consecutivo, la spiaggia di Vasto Marina non ha ottenuto la Bandiera Blu d’Europa. La Fee, dunque, conferma, certificandolo, che quanto abbiamo sempre sostenuto rispetto all’incapacità del Sindaco e della sua Giunta di amministrare e promuovere la città, di gestire il comparto turistico e di investire su un settore che per Vasto ed il suo tessuto economico rappresenterebbe uno slancio vitale, è vero.”

“Inutile – ha proseguito di Michele Marisi – che Luciano Lapenna e i suoi Assessori continuano a produrre manifesti sbandierando qualcosa che non esiste, perché i fatti smentiscono meglio di ogni altra cosa le bugie. E la soddisfazione del Primo cittadino in ordine all’assegnazione del ‘marchio’ Fee a qualche piccolo tratto di costa, è semplicemente inquietante. La spiaggia di Vasto Marina senza la Bandiera Blu, dimostra che nulla è stato fatto dal centrosinistra, rispetto allo scorso anno, perché il litorale vastese riguadagnasse la certificazione senza la quale non si può pensare di attirare un numero considerevole di turisti. La qualità delle acque, la gestione ambientale, i servizi e la sicurezza, l’educazione ambientale sono requisiti dai quali non si può prescindere se si vuole fare turismo. Guai – ha sottolineato Marco di Michele Marisi – a chi vorrà rispondere a questa nostra reprimenda dicendo che noi facciamo terrorismo turistico! Coloro i quali continuano a mortificare questa città e ad infliggere ogni anno un colpo al turismo ed all’economia turistica di Vasto, sono quelli che rimangono con le mani in mano rispetto ai problemi che già dall’anno scorso hanno fatto sì che Vasto Marina non avesse l’attestazione della Fee e che, nonostante l’errore, hanno continuato a perseverare; i veri terroristi turistici sono coloro che otto e più anni fa all’opposizione si incatenavano sul litorale per gli scarichi a mare e ad oggi, dopo anni di maggioranza e dunque di governo della città, hanno dimostrato di saper fare solo chiacchiere. Altro che sbandierare dieci milioni di inesistenti opere pubbliche. Sul golfo di Vasto – ha concluso il Responsabile di ‘Giovani In Movimento’ – non sventola nessuna bandiera, se non quella della vergogna, che ha il colore del centrosinistra vastese.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.