Banner Top
Banner Top

Incidente sul lavoro alla Bravo

Pilkington_3Non è grave l’incidente che nella giornata di mercoledì ha coinvolto un lavoratore del gruppo Nsg Pilkington, precisamente alla Bravo, ma tanto è bastato per riaccendere le preoccupazioni di un gruppo di operai che ha diffuso una nota per esternare le proprie perplessità sulla gestione della sicurezza in azienda.
“Pilkington negli ultimi anni non è nuova ad episodi di questo tipo” scrivono alcuni lavoratori che si definiscono “arrabbiati”. “Spesso notizie di una cattiva gestione della sicurezza raggiungono l’esterno della fabbrica. Questo fa supporre che vi siano seri problemi alla gestione della sicurezza, che l’attuale management di San Salvo non riesce a risolvere e sovrintendere. Immediatamente la direzione aziendale ha fatto diffondere internamente comunicazioni nelle quali le responsabilità venivano attribuite interamente all’infortunato. Questa fretta nella attribuzione delle “colpe” è quanto mai sospetta, facendo intuire che l’obiettivo non è far lavorare gli operai in sicurezza, ma di mettere in ‘sicurezza’ il management dalle responsabilità”.
D’altro canto, i vertici della Pilkington in sede di chiusura di esercizio finanziario si erano mostrati soddisfatti degli accresciuti indici di sicurezza e della sensibilità mostrata dai lavoratori sulla questione. Difficile stabilire, quindi, se quella dei “lavoratori arrabbiati” sia una percezione fondata su dati concreti o basata su sporadici episodi.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.