Banner Top
Banner Top

Cupello, incontro sul progetto Vallecena

cupello-incontro-vallecena - 01Si è tenuto nel tardo pomeriggio di ieri l’incontro organizzato a Cupello dal capogruppo provinciale del Partito Democratico, Camillo D’Amico, sul progetto della Vallecena srl; un incontro “squisitamente istituzionale”, come sottolineato dallo stesso D’Amico, per informare sullo stato dell’arte riguardo al progetto di discarica di rifiuti pericolosi prevista in territorio di Furci, che ha già avuto il parere favorevole del Comitato VIA e che adesso attende quello della Conferenza dei Servizi. Presenti all’incontro, il primo cittadino di Furci, Angelo Marchione, il sindaco di San Buono, Denisso Cupaiolo, e diversi esponenti politici del territorio, tra cui i candidati alle prossime regionali, Domenico Molino per il Pd ed Eliana Menna per l’IdV.
Dopo l’introduzione di D’Amico, che ha ricordato la contrarietà della Provincia al progetto della Vallecena e il contestuale parere favorevole del partito al rilancio del Civeta, è stato il sindaco di Furci a ricordare a che punto è il progetto: “Dopo il parere favorevole del Comitato VIA del 2012, arrivato dopo la bocciatura del primo progetto del 2005, dopo due rinvii si deve esprimere la Conferenza dei Servizi”. Nella prima occasione, infatti, la riunione è andata pressoché deserta, nella seconda l’Arta ha ottenuto un rinvio in quanto non era ancora pronta la documentazione.
Il sindaco Marchione ha poi ricordato le criticità rilevate rispetto al progetto: la discarica, che secondo il primo progetto bocciato doveva essere realizzata in zona a rischio idrogeologico, è stata “ridotta” alla “zona bianca”, ovvero in una zona che il PAI, (Piano per l’Assetto Idrogeologico) considera sicura. Il problema, però, è che tutt’intorno è comunque “zona gialla”, a rischio. Il Comitato VIA nella situazione analoga per un progetto di pale eoliche a Castelguidone aveva dato parere sfavorevole proprio perché la zona interessata era sì “bianca”, ma troppo vicina alle zone “gialle”: “Non si capisce – ha sottolineato il sindaco – perché invece per il progetto Vallecena abbia espresso parere favorevole”.
Un altro fattore di criticità è quello epidemiologico: “Uno studio commissionato dalla stessa ditta ha rilevato come nel nostro comune sia più alta la percentuale di mortalità per 11 malattie, rispetto alla media dei paesi vicini. Quindi già siamo in una situazione allarmante, bisogna valutare l’impatto che avrebbe un progetto del genere”.
Un ulteriore problema è stato rimarcato rispetto alla vasta tipologia di rifiuti ammissibili in discarica, secondo il progetto: “Potranno essere conferiti ben 264 codici CER di rifiuti pericolosi e tutti saranno trattati con l’unico metodo dell’inertizzazione”.
Infine, il problema della distanza dalle abitazioni: “Secondo la legge regionale – ha ricordato il sindaco di Furci – le abitazioni devono stare a una distanza minima di 500 metri; secondo i calcoli della ditta, non ci sono abitazioni entro quel perimetro, ma secondo i calcoli del comune c’è un’abitazione a 380 metri e un’altra a 450; quindi il progetto non si potrebbe realizzare”.
Sulla stessa lunghezza d’onda del sindaco di Furci anche l’architetto Chiara Rizzi, a nome delle associazioni ambientaliste e i forum per l’acqua: “Noi per la differenziata in casa dobbiamo separare plastica, vetro, umido, mentre un numero incredibile di rifiuti pericolosi dovrebbero essere trattati con una sola metodologia. Inoltre il progetto andrebbe ad impattare sulle condizioni del fiume Cena, che già è classificato come ‘pessimo’, mentre le direttive europee ci impongono evidenti miglioramenti entro il 2015. Certamente il fiume Cena non è in condizioni di assorbire altre fonti di inquinamento”.

n.l.

  • cupello-incontro-vallecena - 01
  • cupello-incontro-vallecena - 04
  • cupello-incontro-vallecena - 05
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.