Banner Top
Banner Top

Tentativo di violazione di domicilio, oggi in aula le testimonianze

tribunale di VastoÈ già sotto processo per maltrattamenti e violenze tra le mura domestiche, il cittadino straniero accusato di aver reso un inferno la vita di una donna con la quale conviveva. Secondo l’accusa, alle violenze psicofisiche non sarebbero sfuggiti nemmeno i figli della donna e la sua anziana madre. Oggi in Aula, però, sono state ascoltate le testimonianze riguardo un altro episodio avvenuto il 27 agosto 2011, quando il cittadino straniero e la donna vivevano ancora insieme a Vasto Marina. Dopo una lite, la donna si è allontanata di casa insieme ai figli per chiedere ospitalità a casa della madre. Non vedendo la donna rientrare, il cittadino straniero, difeso in Aula dall’avvocato Angela Pennetta, si sarebbe quindi recato presso l’abitazione dell’anziana, pretendendo di vedere la donna. Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe dato in escandescenze, prendendo a calci e pugni la porta d’ingresso, nel tentativo di introdursi nell’abitazione.
Oggi, quindi, sono stati ascoltati alcuni testimoni e altri, tra cui un carabiniere intervenuto quella sera, saranno sentiti durante la prossima udienza, prevista per il 27 giugno. Nella stessa sede dovrebbe iniziare anche la fase dibattimentale.
L’uomo, intanto, dopo l’arresto avvenuto il 7 marzo nell’ambito delle indagini dell’altro processo per maltrattamenti, il 22 marzo ha ottenuto i domiciliari dal giudice Anna Rosa Capuozzo, a seguito dell’istanza prodotta dal proprio difensore, l’avvocato Angela Pennetta.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.