Banner Top
Banner Top

San Salvo: un convegno per parlare di violenza sulle donne

lions_VIOLENZA DONNEViolenza nei confronti delle donne – Dalla denuncia sociale al riconoscimento giuridico: questo il titolo di un interessante convegno che si terrà al Park Hotel Gabrì di San Salvo sabato 12 aprile alle ore 9.30. L’evento è organizzato dal Lions Club di San Salvo sotto la spinta del socio Guido Torricella, Officer distrettuale sul Tema di Studio “Contro la violenza nei confronti delle donne: combattiamo il silenzi, ed è patrocinato da Comune di San Salvo, Ordine degli Avvocati Vasto, Istituto d’Istruzione Superiore “Raffaele Mattioli”, Associazione Emily Abruzzo, Cooperativa Igeco Service.

Tra i relatori vi saranno l’assessore alle Politiche sociali del Comune di San Salvo, Maria Travaglini, il presidente del Centro antiviolenza Associazione Emily, Teresa Di Santo, l’avvocato e presidente della sezione di Vasto-Teramo Camera Minorile Nazionale, Giuseppina Fabretti.

“Già nel 2006 – è scritto in una nota degli organizzatori – l’Istat segnalava che oltre 14 milioni di italiane erano state, nel corso della loro vita, oggetto di violenza. Nel 2013 i femminicidi da soli ammontano a 134, circa una uccisione ogni tre giorni. L’Italia ha reagito a questa situazione ratificando con la Legge n. 77 del 27 giugno 2013 la “Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica” e con la legge 15 ottobre 2013 nr. 119 recante  disposizioni in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere. Il Club Lions San Salvo, attraverso questa iniziativa, vuole far conoscere i recentissimi provvedimenti italiani in materia di violenza domestica e dar conto delle esperienze territoriali, coinvolgendo le istituzioni pubbliche, le organizzazioni di privato sociale, per diffondere la sensibilità verso il problema”.

Secondo l’organizzatore dell’iniziativa l’avv. Guido Torricella “La difesa della donna discende direttamente dal divieto di discriminazione e si inquadra in un’opera di prevenzione della violenza, di punizione e di protezione delle vittime. Penso, comunque, che il nostro compito sia soprattutto costruire un’educazione alla legalità ed all’uguaglianza, tramite incontri ed iniziative nelle scuole con studenti, docenti e genitori”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.