Banner Top
Banner Top

Un cinghiale mi ha distrutto l’auto…e nessuno mi risarcisce

Mentre si dibatte ancora sull’attuazione del Piano di selecontrollo dei cinghiali, giunge una nuova segnalazione di danni causati dal suino selvatico. A sottoporla all’attenzione della stampa è Domenico Ranieri, la cui nota riportiamo integralmente anche perché pone l’accento su problematiche troppo spesso dimenticate.

“porto a conoscenza uno spiacevole episodio – scrive Ranieri – accadutomi venerdì 29 marzo 2014, alle ore 23.10 a circa 300 mt dal centro abitato in località San Lorenzo di Vasto, direzione nord, con un cinghiale.

Viaggiavo a velocità moderata quando, incrociando altre 3 vetture (ripartiti dal semaforo) e  abbassando  gli abbaglianti,  senza aver avuto modo di frenare, mi sono imbattuto con un enorme cinghiale distruggendo la mia Fiat 500.

Ho chiamato il 112 per i rilievi del caso a testimonianza dell’avvenuto impatto, quando ho visto rialzarsi il cinghiale, tramortito e ferito con tre zampe, disperdersi nei campi.

A quel punto, i CC di Vasto provvedevano ad inviarmi sul posto un carroattrezzi, in quanto la mia autovettura, ferma lungo il rettilineo, aveva riportato ingenti danni (cfr foto).

A pochi minuti dalla conversazione, ecco sopraggiungere una unità e poi successivamente altre due della Protezione Civile di Vasto, capitanata da Eustachio Frangione, (a cui vanno i miei riconoscimenti per aver dato tutto il supporto necessario onde evitare ulteriori incidenti, vista la delicata situazione in cui la mia autovettura era ferma) in perlustrazione alla ricerca della nostra cittadina scomparsa nella giornata.

Per un tratto ho pensato al peggio, in quanto l’animale è stato sbalzato nella carreggiata opposta mentre giungevano i tre mezzi nel senso di marcia opposto che hanno rischiato di trovarsi l’animale sul cofano della macchina, causando ulteriori disastri, tant’è che non si sono neanche accorti che ero rimasto privo di illuminazione in mezzo alla strada, proseguendo regolarmente la corsa.

Dopo il danno, anche la beffa, nessuno risarcisce nulla. Oggi a me, a quanti ancora toccherà questa sorte?”

Una domanda alla quale speriamo presto qualcuno possa rispondere.

  • DSC_7357
  • DSC_7359
  • DSC_7361
  • DSC_7363
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.