Banner Top
Banner Top

Contro la soppressione dei tribunali, vertice a Chieti a caccia di un percorso condiviso

Tribunale_Vasto_4L’approvazione del Decreto milleproroghe ha consentito di rinviare al 2018 la soppressione dei tribunali minori abruzzesi, decisione che ha fatto maturare una spaccatura tra l’Ordine nazionale dei magistrati e gli avvocati. All’indomani dell’emanazione del Decreto molte erano state le voci che chiedevano azioni unitarie per giungere ad un definitivo ripensamento sulla chiusura e salvaguardare i tribunali.

Sulla scia di quegli intenti manifestati da più parti, si terrà domani venerdì 21 marzo alle ore 10.30 a Chieti, nella Sala della Giunta del Palazzo provinciale un incontro convocato dal Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, per discutere sulla questione relativa ai tribunali minori delle città di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona, a seguito dell’approvazione definitiva del decreto “Milleproroghe”, con l’intento di riavviare un percorso condiviso che consenta di sfruttare in modo concreto il tempo concesso.

Parteciperanno tra i Parlamentari abruzzesi l’On. Maria Amato e la Sen. Stefania Pezzopane, i Consiglieri regionali delegati alla questione, Luigi Milano e Emilio Nasuti, i Presidenti dei Consigli degli Ordini Forensi, i rappresentanti dei coordinamenti e dei comitati per la difesa dei tribunali minori, i Sindaci e gli amministratori delle città coinvolte. In rappresentanza della Provincia di Chieti interverranno il Presidente Di Giuseppantonio e l’Assessore delegato ai Tribunali minori, Paolo Sisti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.