Banner Top
Banner Top

59 milioni di bambini in emergenza

Unicef59 milioni di bambini di cinquanta paesi vivono in condizioni di emergenza a causa di conflitti e disastri naturali. Lo denuncia l’Unicef nel rapporto sull’intervento umanitario 2014. La stessa organizzazione lancia un appello a tutte le persone di buona volontà perché contribuiscano a raccogliere 2,2 miliardi di dollari necessari per assicurare aiuti umanitari salvavita a 85 milioni di persone, di cui 59 milioni sono bambini. Fra i paesi in emergenza, la Siria, l’Afghanistan, il Mali, la Repubblica Democratica del Congo, Haiti. Tra i paesi dove sono in atto gravi crisi umanitarie, l’Unicef segnala: Mali con 450mila persone sfollate; Sahel dove la malnutrizione acuta colpisce 1,4 milioni di bambini sotto i cinque anni; Haiti dove una spaventosa epidemia di colera ha colpito seicentomila persone, uccidendone ottomila; Angola colpita dalla siccità; Repubblica Centraficana dove vengono messe in atto delle vere e proprie atrocità sui bambini. Ed ancora: Congo la cui cronica instabilità politica determina sfollati e malnutrizione; Filippine recentemente colpite dal tifone Haiyan; Afghanistan con i bambini sottoposti a varie forme di violenza. Un appello particolare l’Unicef lo lancia per la Siria: in questa nazione occorrono 835 milioni di dollari per distribuire aiuti salvavita, per favorire la coesione sociale e la pace. Le risorse che l’Unicef raccoglierà per il 2014 permetteranno di continuare il lavoro svolto nell’anno scorso. Nel 2013 sono stati vaccinati ventiquattro milioni di bambini contro il morbillo, venti milioni di persone hanno avuto la possibilità di accedere all’acqua potabile sia per uso personale che domestico. Infine, 935.000 bambini hanno ricevuto un sostegno psicosociale.

Andrea Giove

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.