Banner Top
Banner Top

In Abruzzo via libera alla cannabis per uso terapeutico

cannabis-terapeuticaSono 9 gli articoli della legge regionale 04/2014 che da il via libera alla cannabis per uso terapeutico in Abruzzo. L’iter di approvazione regionale era iniziato l’11 settembre 2013 mentre la promulgazione è del 4 gennaio scorso e dopo che il Governo ha deciso di non impugnarla è divenuta possibile l’erogazione su ricetta medica, che apre anche alla prescrizione dei medici di famiglia, dei farmaci galenici a base di cannabinoidi. Il testo del provvedimento licenziato dall’Emiciclo disciplina sia gli ambiti di applicazione che le modalità di somministrazione.

Stabilisce inoltre regole per la verifica, attraverso periodici monitoraggi, dell’applicazione delle disposizioni in particolare per il consumo sul territorio regionale dei medicinali cannabinoidi distinguendo i medicinali importati dai preparati galenici magistrali e prevedendo la periodica trasmissione dei relativi dati alla competente Direzione Politiche della Salute. Inoltre la Giunta regionale trasmette alla competente commissione consiliare, entro un anno dall’entrata in vigore della legge, e poi con cadenza annuale, una dettagliata relazione sull’attuazione per quanto riguarda il numero di pazienti trattati con medicinali cannabinoidi in ciascuna azienda sanitaria della regione, distinti per patologia e per tipologia di assistenza; eventuali criticità e disomogeneità di applicazione della legge sul territorio regionale e difficoltà inerenti l’acquisto e l’erogazione dei medicinali cannabinoidi.

Insomma una legge che pur nella sua articolazione semplice fissa dei paletti importanti che, come ha sottolineato il segretario nazionale di Prc Paolo Ferrero, consentono di “poter produrre in Italia e a basso costo per il Servizio Sanitario che ha il dovere di erogarli a chi ne ha bisogno su tutto il territorio nazionale”.

Per Maurizio Acerbo, consigliere regionale di Prc “Affidare anche ai medici di base la prescrizione dei cannabinoidi per le cure terapeutiche, è una scelta strategica della nostra legge ed uno dei punti più qualificanti è la possibilità di trattamento anche domiciliare”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.