Banner Top
Banner Top

Progetto Sicura, anche a Lanciano e Vasto gli anestesisti incontrano i cittadini

Sicura_AnestesistiGli anestesisti rianimatori della Asl Lanciano Vasto Chieti incontrano i cittadini per illustrare cosa accade in sala operatoria, in terapia intensiva e nei percorsi di emergenza per sviluppare maggiore fiducia verso una disciplina poco nota alla maggior parte delle persone. Nell’Ospedale di Chieti il personale dell’Anestesia e rianimazione sarà a disposizione degli utenti nell’atrio di ingresso, al VII livello, al mattino e nel pomeriggio di oggi, venerdì 28 febbraio, e di sabato 1 marzo 2014, in occasione di “Sicura”, la Giornata nazionale per la sicurezza in anestesia e rianimazione promossa dalla Siaarti (Società italiana di anestesia analgesia rianimazione e terapia intensiva): i medici risponderanno alle domande e curiosità, consegneranno materiale informativo e faranno simulazioni su manichini. A Lanciano e Vasto l’iniziativa si svolgerà nella giornata di sabato 1 marzo 2014.

“Sicura” si celebra sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e ha per testimonial e ha per testimonial il volto televisivo di Livia Azzariti, medico specialista in Anestesia e rianimazione.

Ogni anno nel mondo circa 230milioni di pazienti vengono sottoposti a interventi chirurgici. Gli anestesisti – rianimatori italiani sono medici in prima linea, da sempre attenti alle tecniche utili per prevenire le complicanze, data la complessità degli ambienti in cui operano insieme ad altri specialisti e infermieri.

Grazie alle Check List di Camera operatoria, gli anestesisti rianimatori hanno contribuito in modo determinante a ridurre il numero delle complicanze, che negli ultimi anni sono scese dall’11% all’8%.

Il concetto della Check List deriva dalla pratica aeronautica con l’intento di garantire la sicurezza clinica attraverso un processo di verifica costante degli atti clinici e della qualità dei percorsi assistenziali, cosa che ha infatti evitato, e continua a ridurre, il numero di complicanze operatorie e di eventi avversi.

«Siamo convinti – spiegano gli organizzatori – che far conoscere il fondamentale ruolo di vigile protezione esercitato in ambienti così critici, aiuterà senz’altro chi deve affrontare un intervento chirurgico o un ricovero in terapia intensiva».

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.