Banner Top
Banner Top

Cotir: per Camillo D’Alessandro (Pd) Febbo deve dimettersi

D'Alessandro_CamilloPronta risposta all’atto di accusa pronunciato dall’assessore regionale alle Politiche agricole Mauro Febbo in merito alla vicenda Cotir. A rispondere, addirittura chiedendo le dimissioni dello stesso Febbo, è il capogruppo all’Emiciclo del Partito Democratico Camillo D’Alessandro, il quale afferma: “Febbo si dimettesse da Assessore all’agricoltura e non osasse prendere più in giro persone lasciate senza stipendio e senza prospettive. Ha avuto cinque anni, anzi di più, e continua pure a parlare. Non ha più il diritto di parola ma il dovere di fare. Ora si faccia subito una variazione di bilancio, ma vera, per recuperare i fondi del 2013 entro il prossimo consiglio regionale, cioè 15 giorni” .

D’Alessandro che, poi, aggiunge: “Febbo come sempre scarica le responsabilità sugli altri – riprende D’Alessandro – ma la verità è una sola: l’assessorato all’agricoltura non ha stanziato i fondi necessari per la copertura dell’esigenze dei centri di ricerca.“

“Nel bilancio di previsione dello scorso anno, cosi come in quello del 2014 –chiosa l’esponente democratico – ci sono pochi spiccioli per i centri di ricerca, tra cui il COTIR. Il presunto furbo Febbo poi ha pensato, nel corso degli anni, di praticare variazioni di bilancio, senza però mai riuscire a trovare fondi veri, cioè disponibili. Questa è la vera storia”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.