Banner Top
Banner Top

Scavalcano il recinto e rubano due cani

spitz-caniAmara sorpresa per un noto professionista vastese che domenica sera è rientrato in casa e non ha trovato i due amati cani ad accoglierlo, come al solito. Due malfattori sono infatti entrati nella sua proprietà, presumibilmente scavalcando il recinto, e hanno portato via due esemplari di Spitz, una pregiata razza di cani da compagnia. Erano proprio i due piccoli cani l’obiettivo dei malviventi, considerato che non hanno portato via altro. Il furto è stato compiuto in pieno giorno e sotto gli occhi delle telecamere di videosorveglianza dell’abitazione che hanno registrato l’intrusione. I due, però, erano a volto coperto, ma le forze dell’ordine sono comunque al lavoro per rintracciare eventuali dettagli che possano condurre ad identificare gli autori dell’ignobile gesto. A parte l’elevato valore economico dei due esemplari, infatti, ancor più elevato è il valore affettivo che lega gli amanti dei cani ai loro amici a quattro zampe. Al professionista vastese, però, per il momento non è rimasto altro da fare che denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine, nella speranza di riabbracciare presto i piccoli Spitz.
Non è la prima volta che la zona di Montevecchio viene presa di mira da ladri e malintenzionati, che in passato hanno colpito anche anche nei pressi dell’abitazione dell’ex sindaco di Vasto, Filippo Pietrocola. È indubbio ormai che la zona di Montevecchio, ricca di residenze eleganti, sia una delle zone preferite dai ladri, nonostante in pressoché tutte le abitazioni siano presenti telecamere a circuito chiuso.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.