Banner Top
Banner Top

Sull’imposta di soggiorno continua il braccio di ferro tra Amministrazione e albergatori

Vasto MarinaNiente da fare, anche oggi da Palazzo di Città si è levata una colonna di fumo nero sull’incontro chiesto dall’assessore al turismo Vincenzo Sputore  con gli operatori turistici per discutere delle modalità applicative dell’imposta di soggiorno e su eventuali priorità di utilizzo dei proventi. Dopo circa 20 minuti, nei quali il titolare della delega al settore turistico, affiancato dal dirigente Michele D’Annunzio, ha ribadito la ferma posizione del Comune di mantenere l’imposta per il 2014, gli operatori alberghieri hanno ribadito la totale contrarietà al provvedimento optando, per la seconda volta di seguito, per l’abbandono del tavolo di confronto.

Continua, dunque, il braccio di ferro tra Amministrazione comunale e operatori turistici, la prima sempre più convinta della necessità di continuare per la propria strada ritenendo che l’imposta possa consentire di avere quei 150 – 200 mila euro preventivati da investire per il settore; i secondi, invece, convinti che un’imposta non introdotta lungo tutto il litorale abruzzese posso costituire un ulteriore deterrente alla scelta di Vasto come meta turistica.

Resta il fatto, però, che non essendo l’Amministrazione intenzionata a recedere dai suoi intenti, gli operatori saranno comunque costretti a dover far pagare l’imposta di soggiorno ai loro ospiti. Quindi, alla fine, si dovrà trovare per forza di cose una via di uscita all’impasse che si è venuta a creare.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.