Banner Top
Banner Top

Cerella: rassicurazioni sulla regolarità del pagamento degli stipendi

Cerella_Arpa“I sessanta lavoratori delle Cerella riceveranno lo stipendio di gennaio 2014 entro il 10 febbraio 2014, pertanto senza alcuno slittamento temporale rispetto alla data prevista dalla consuetudine consolidata all’interno della società di autolinee di Vasto”: è  questo l’annuncio dato dalla Cerella Autoservizi dopo che la questione era stata sollevata da un nostro articolo del 3 febbraio scorso.

E non solo: la nota precisa che “Non risponde al vero che un consigliere della società abbia comunicato il ritardo nell’erogazione delle paghe di gennaio: di vero c’è solo che nell’incontro tenutosi il 23 del mese scorso con le organizzazioni sindacali l’azienda ha ipotizzato un possibile ritardo del pagamento della mensilità nel caso in cui i contribuiti regionali fossero arrivati alle casse dell’azienda in ritardo rispetto al previsto”.

In realtà, per puro dovere di cronaca, il verbale di quell’incontro recita “…A questo punto, prima di continuare con la discussione degli altri punti all’Odg, l’azienda informa le OOSS sindacali che, a causa del mancato pagamento delle determine DE6/50 e DE6/54, in giacenza da tempo presso la Ragioneria dell’Aquila, la stessa non è in grado ad oggi di far fronte agli impegni finanziari, anche di carattere retributivo. Le OOSS si riservano di adottare le azioni conseguenti”

Un verbale firmato da Roberto Lalli, rappresentante del Cda della Cerella, dalla dott.ssa Maria Antonietta Patrizio, sempre per l’azienda di autoservizi,  e dai vari rappresentanti sindacali, ben nove, di cui evitiamo l’elencazione.

Comunque, siamo ben lieti di annunciare che il problema è stato superato come ci auspicavamo e che in questo particolare momento le famiglie dei 60 dipendenti della Cerella non subiscano ulteriori disagi.

Così come non possono che fare piacere le rassicurazioni del presidente del Cda Massimo Cirulli che in calce al documento afferma “Non risponde al vero che la società Cerella sarà smembrata visto che il suo bilancio è in pareggio e che sono stati fatti investimenti in materiale rotabile per lo svecchiare del parco macchine,  investimenti aggiuntivi sono previsti in futuro”.

Una posizione che non possiamo non condividere: d’altronde siamo stati noi i primi a sottolineare come tali ipotesi sarebbe incomprensibile in un momento in cui la Cerella presenta un bilancio non deficitario e degli investimenti, ma non sono certamente fantasie e se certi episodi si ripetono ed a sollevare un “allarme riguardo al destino dell’azienda” è anche un consigliere regionale lungimirante forse c’è molto da riflettere.

Per noi sarebbe stato un altro colpo al cuore vedere finire un’altra azienda storica vastese vaporizzarsi nel nulla. Il futuro, però, ci dirà realmente quale sarà il destino dell’azienda.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.