Banner Top
Banner Top

PRG portuale, D’Alessandro (Pd) attacca il centrodestra vastese e Lapenna, invece, lo ringrazia

portoUn nuovo fronte politico si apre anche sull’approvazione definitiva della Variante al Piano regolatore generale del Porto di Punta Penna. Il terreno di scontro è quello dell’Emiciclo dove è Camillo D’Alessandro a rivendicare l’atto del Consiglio che consegna a Vasto la possibilità di sviluppare in direzione commerciale,  ma anche turistica, visto che l’ampliamento prevede anche la presenza del porticciolo, lo scalo portuale. Il capogruppo dei democrat a L’Aquila racconta di come, al momento del voto, in aula fossero presenti solo 19 dei 23 consiglieri necessari, cosa che ha costretto il presidente dell’assise a sospenderla.

“A quel punto – aggiunge D’Alessandro – abbiamo deciso di mantenere noi, dall’opposizione il numero legale. Non avrebbero potuto approvare nulla, nemmeno un rigo. Il Pd e l’opposizione hanno consentito che la comunità di Vasto riuscisse finalmente a vedere approvato il Piano regolate portuale”. “Assente Chiodi, assente l’Assessore ai Trasporti, assenti quasi  tutti i componenti di Giunta e Consiglio del centro desta – chiosa l’esponente democratico – ma eravamo presenti noi e ci siamo assunti la nostra responsabilità. L’opposizione a Vasto, che in Regione è in maggioranza, chiedesse scusa per le assenze, chiedesse scusa per i loro rappresentanti in Regione, ma Vasto per il centrodestra non conta nulla”.

Mentre, però, Camillo D’Alessandro polemizza col centrodestra vastese Luciano Lapenna fa diramare un comunicato in cui è scritto “Ringrazio il Consorzio industriale di Vasto, per aver avviato l’iter di progettazione del PRG portuale poi approdato in Consiglio comunale”, e poi leggete un po’ “i consiglieri regionali Prospero, Tagliente e Argirò, il presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio, le Autorità marittime nelle persone del Comandante del Porto di Vasto e del Comandante della Capitaneria di Porto di Ortona per aver sostenuto e creduto nel progetto”.

Il sindaco ja espresso, comunque, “grande soddisfazione per l’approvazione definitiva del Piano Regolatore Portuale di Vasto avvenuta nella seduta del Consiglio Regionale alla quale ha partecipato in qualità di osservatore”.

“Il PRG portuale, approvato dal Consiglio comunale di Vasto nel 2007, è stato da sempre uno degli obiettivi della mia Amministrazione – ha sottolinea Lapenna – dopo un lungo iter, in cui lo scoglio più grande è stato certamente il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, cogliamo un risultato straordinario per lo sviluppo e il rilancio dell’economia di un intero territorio, di cui Vasto è certamente protagonista. Il bacino portuale di Vasto è l’unico dell’intera Regione Abruzzo – continua Lapenna – a essere dotato di uno strumento di sviluppo così importante, ciò renderà possibile scambi commerciali con l’est Europa, salvaguardando, grazie all’apporto del Comune, l’approdo della diportistica nautica e dei pescherecci. Con l’approvazione del Piano cogliamo un risultato atteso dagli imprenditori, dal mondo produttivo e dalle associazioni sindacali, che hanno sempre creduto nel porto di Vasto per il rilancio dell’economia locale e abruzzese”.

Per il  primo cittadino istoniense “adesso, si apre una nuova pagina e diventa necessario intercettare i grandi finanziamenti europei e nazionali per poter realizzare le infrastrutture, come ad esempio la ferrovia, in grado di trasportare le merci fin dentro il porto e impedire il trasporto su gomma, evitando così il conseguente inquinamento ambientale, obiettivo al quale bisogna lavorare sin da subito e per il quale metterò massimo impegno”.

Insomma, ultimata la fase burocratica più impegnativa ora tocca attivarsi per realizzare quelle infrastrutture chieste a gran voce, almeno secondo quanto raccontatoci in questi mesi, dalla grande imprenditoria frentano-vastese.

Lu. Spa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts