Banner Top
Banner Top

Provincia: necessaria una nuova Giunta e il PD detta le priorità al centrodestra

Consiglio provincialeIl presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio ha deciso, dunque, di non candidarsi alle regionali aprendo, di fatto, una nuova fase del suo percorso amministrativo dovendo predisporre in primis una nuova Giunta che gli consenta almeno di portare avanti le funzioni  basilari dell’Ente ormai depauperato dalla volontà dello Stato centrale. Attraverso un documento diramato alla stampa, il PD provinciale, attraverso  le parole del suo capogruppo Camillo D’Amico ha espresso “rispetto per la scelta adottata dal presidente Di Giuseppantonio nel non essersi dimesso, per poi candidarsi alle prossime elezioni regionali del 25 maggio,  ma vorremmo spendesse tutte le migliori energie per rendere fattiva l’azione della sua amministrazione per il bene del territorio”.

Il PD, ricordando la necessaria sostituzione degli assessori dimissionari che “non sono stati certamente molto brillanti ed attivi in questi anni in termini di presenza e protagonismo amministrativo”, individua alcune urgenze sulle quali sollecita il lavoro  del governo provinciale: “predisporre il bilancio di previsione del 2014 e sottoporlo all’approvazione del Consiglio Provinciale, aggiornare il piano triennale delle opere pubbliche recependo gli emendamenti approvati dalla commissione consiliare con parere tecnico positivo, portare a compimento tutti gli appalti dei lavori inerenti la vecchia programmazione lasciata in eredità dal centro – sinistra, riproporre alla regione Abruzzo la necessità d’impegnare parte dei fondi FAS ancora non riprogrammati per un piano di manutenzione straordinaria della disastrata viabilità provinciale, tornare a sollecitare il governo nazionale, con il pieno coinvolgimento dei parlamentari della nostra provincia di ogni coloritura politica, del “caso Chieti” così come formalmente posto al Presidente del Consiglio Enrico Letta.

Dunque, è ancor auna volta la viabilità tra le priorità sollecitate e “se il presidente – scrive ancora D’Amico – spenderà ogni utile energia in questo senso saremo al suo fianco impegnando ogni nostra risorsa politica ed istituzionale”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts