Banner Top
Banner Top

Bcc Vasto Basket, parla Biagio Sergio: “Con i piedi ben inchiodati a terra ma non poniamoci limiti”

La tranquillità che mostra sul parquet anche nei momenti bollenti e decisivi confermati anche dal timbro di voce. Biagio Sergio è uno dei tanti pezzi pregiati del mosaico biancorosso costruito negli ultimi due anni da coach Sandro Di Salvatore, ala campana di Maddaloni classe ’86 riesce, come modi pacatissimi, a dare ulteriore forza al magic moment vastese. Crede nelle potenzialità nel gruppo, niente viene per caso, vuole continuare a volare alto, si guarda le spalle ma in cuor suo non disdegnerebbe un attacco alle prime due della classe. Diciotto mesi in salsa vastese, lo scorso anno in DnC lo abbiamo ammirato come novità assoluta e sorprendente, al secondo le offerte non sono mancate, sarebbe potuto rimanere a casa(Maddaloni) ma come ci spiegherà credeva nel progetto vastese. E la Vasto Basket ha creduto in lui, confermandolo a tutti i costi e affidandogli anche la guida di alcune under del settore giovanile. È un idolo del PalaBcc, garbato e scherzoso fuori dal parquet, sempre sul pezzo quando si tratta di lavorare durante la settimane e poi nei match della domenica, su di lui puoi sempre contarci. Letale dalla lunga distanza, viaggia alla media di 10 punti a partita e le sue bombe da tre spesso hanno suonato la carica nei momenti delicati.

Vittoria nel derby, aggancio al terzo posto e decima vittoria nelle ultime dodici uscite, dove vuole arrivare questa Vasto Basket? “Oggi non possiamo saperlo, ci godiamo l’ottimo presente consci di eventuali difficoltà che potremmo incontrare nelle prossime sfide, le flessioni anche se speri che non arrivino mai vanno preventivate anche se guardando ai numeri la classifica, con un buon vantaggio sulle inseguitrici si sta delineando, resta l’ottimo momento con la speranza di continuare a lottare per obiettivi importanti”.

Se pensa a tre mesi fa, le due sconfitte contro Pescara e Porto Sant’Elpidio, è li che è scattata la molla per dare una sterzata in positivo alla stagione? “Le ricordo benissimo e posso tranquillamente affermare che oggi siamo gli stessi di quelle due sconfitte, in entrambe il divario di punti fu risicatissimo, furono due sconfitte rocambolesche, la nostra peggior fotografia fin qui ma non fummo assolutamente inferiori ai nostri avversari né sul piano del gioco, né dell’organizzazione, cattiva sorte e diversi fattori hanno condizionato le due sconfitte ma domenica contro Pescara abbiamo dimostrato di essere assolutamente alla pari e anche tra tre giorni proveremo a cancellare con una vittoria il passo falso dell’andata contro i marchigiani”.

In estate quando ha deciso di continuare a sudare per la Vasto Basket pensava mai di trovarsi dopo quindici giornate al terzo posto in DnB? “Bisogna essere sinceri, per noi è un cammino piacevolmente sorprendente, un po’ come lo scorso anno in DnC, la speranza è di continuare così fino al termine della stagione, stando però attenti a non esaltarci troppo, siamo noi gli artefici del nostro campionato, conosciamo le nostre potenzialità ma anche la forza di chi ci sta davanti, loro non hanno nulla a che fare con questa categoria, Latina ancor di più di Rieti ma se stiamo a quattro punti dalla vetta…”

Restare a Vasto, scelta azzeccata, pur di restare qui ha detto no alla sua Maddaloni(6° nel girone D di DnB, ndr), cosa l’ha spinto a restare in biancorosso? “Tornerò a casa ma farlo ora lo vedo come un limite alla mia carriera, sia ben chiaro con la società Maddaloni non c’è alcun astio, li lascio un pezzo del mio cuore pensando a famiglia e amici ma sono ambizioso, in estate le prospettive del club vastese non mi hanno mai fatto dubitare su una mia permanenza, Vasto sin dal mio arrivo mi ha fatto sentire subito a casa, qui mi trovo perfettamente a mio agio, un ambiente fantastico dentro e fuori il parquet”.

Quando deciderà di tornare a casa lo farà insieme a suo fratello Luigi(ala classe ’88 in forza a Forli nella Lega Gold e la scorsa stagione in A1 a Caserta, ndr) o a lui sta spiegando quant’è bello l’ambiente a Vasto e in futuro magari trovarsi insieme in biancorosso? “Mio fratello ora è a Forlì e li sta bene, io altrettanto a Vasto anche se a 26 anni l’ambizione è quella di provare a salire di categoria, farlo insieme alla Vasto Basket non sarebbe affatto una cattiva idea, penso al presente, alle decisioni future ci penseremo più in la ma non mi dispiacerebbe tornare a giocare con mio fratello”.

Il mantra disalvatoriano è diventato quasi un motivetto(‘pensiamo a domenica dopo domenica senza guardare oltre’) ma provando a scorgere oltre la sfida di domenica contro Porto Sant’Elpidio ha già capito da dove potrebbero arrivare le maggiori insidie in questa seconda parte della stagione regolare? “Le squadre ci affrontano con atteggiamenti diversi, se all’inizio potevamo sembrare quelli che attraversavano un buon momento di forma oggi da tutti siamo visti come una squadra da battere e questo ci costringe a sforzarci ancor di più, sarà un ritorno ostico e molto verrà detto dalle prossime tre sfide, difficilmente andremo incontro a partite spettacolari ma saranno partite dure dal punto di vista fisico con intensità pazzesca, un trittico che chiuderemo con la serata di gala d’alta classifica al PalaBcc contro Latina, proveremo ad arrivarci nel migliore dei modi”.

A proposito di alta classifica, da qui alla fine della regular season guarderà con attenzione ai sei punti di vantaggio dalle quinte magari da ampliare o a come recuperare punti alle prime due? “La speranza, e l’ambizione, è quella di avvicinarsi alle prime della classe pur conoscendo l’immenso potenziale di chi ci precede confermato anche dai numeri in classifica, la matematica dice che il primo posto è distante 4 punti e il quinto posto lontano 6 ma dobbiamo predicare calma, il diktat del nostro coach, che trova tutti d’accordo me compreso, è noto a tutti, piedi ben inchiodati a terra, zero esaltazioni e tanto lavoro per proseguire nel nostro fantastico cammino”.

ADB

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts