Banner Top
Banner Top

Alla Grotta del Saraceno si è parlato dei positivi risvolti del compostaggio

Composter_grotta del saracenoÈ stato lo splendido villaggio turistico Grotta del Saraceno a fare da scenario al primo convegno in città su “Il compostaggio di comunità, strumenti innovativi per la riduzione dei rifiuti”, organizzato da Regione Abruzzo, ARCO Consumatori e Comune di Vasto. Al centro dell’incontro il ruolo importante che può assumere il compostaggio, ovvero la trasformazione degli scarti organici dei lavori di giardinaggio e di cucina in terreno fertile utilizzabile per alimentare le produzioni agricole.

La sede prescelta non è stata casuale, ma si tratta del locus del primo esperimento di adozione di un composter elettromeccanico in città e inaugurato il 12 luglio scorso. Negli intenti della sperimentazione la raccolta degli scarti organici del villaggio che in estate giunge ad ospitare anche 2 mila persone al giorno, il loro trattamento nel composter per una durata di 45-7 giorni, l’utilizzo della massa fertilizzante per gli orti e i giardini interni alla stessa struttura.

Un’iniziativa che sembra aver dato ottimi risultati emersi durante l’incontro: 22 le tonnellate di rifiuti l’anno gestibili dal composter posizionato in un’area di  70 mq ; 1165 i kg di rifiuti organici prodotti e compostati da 19 luglio al 29 settembre 2013; 200 i chili di ammendante prodotti con una riduzione di circa l’80% del peso dei rifiuti organici compostati.

Dalla valutazione degli esperti intervenuti, tra cui Franco Venni, presidente di Arco consumatori nazionali, è emerso quanto l’ammendante ottenuto attraverso tale procedimento sia ricco di sostanze organiche che favoriscono la crescita dei vegetali, ma non solo. Per la sua natura si riducono, dunque, i rifiuti, si  migliora la qualità dei prodotti ortofrutticoli, si preserva il territorio dalla desertificazione e si ottengono effetti benefici anche sul clima favorendo la fissazione dell’anidride carbonica a livello del suolo. Insomma, alla fine si mangia bene e si vive meglio.

“Gli scarti – commenta Luciano Lapenna, sindaco di Vasto – sono una ricchezza, bisogna conoscere come possiamo trasformarli. Tale trasformazione può essere effettuata proprio dai soggetti che li producono”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts