Banner Top
Banner Top

Soffocati dalle tasse, mercoledì la protesta degli operatori del commercio

Confesercenti_manif-chietiLo avevamo detto più volte in passato ed oggi possiamo a malincuore affermare che avevamo ragione: l’incapacità delle istituzione di porre in essere una politica di risanamento e di rilancio dalla crisi persistente che ha demolito l’economia italiana negli ultimi 6 anni sarebbe pesata e non poco soprattutto sul futuro degli esercizi commerciali ed oggi la conferma non viene solo dall’alto numero di locali sfitti e di storiche attività scomparse, da un centrocittà ormai ectoplasma di quello che deve rappresentare, ma anche dalle iniziative di protesta che ormai rappresentano il tentativo estremo di alzare la voce e provare a “sopravvivere”.

L’appuntamento fissato a Chieti il 22 gennaio dalle ore 11.00, al quale presenzierà anche una delegazione degli operatori commerciali e turistici della Confesercenti di Vasto e di San Salvo è ancora una volta una manifestazione di protesta verso una pressione fiscale che non ha uguali in tutto l’Occidente e che rischia di cancellare la parola futuro dal dizionario dei giovani anche vastesi alal luce anche degli ultimi dati che parlano di oltre 6 milioni di persone in cerca di lavoro.

“LE NOSTRE ATTIVITA’ VOGLIONO LAVORARE E CREARE LAVORO. NON VOGLIONO MORIRE DI TASSE”.

Questo è lo slogan della manifestazione, a significare come “In un momento così difficile per l’economia italiana, l’obiettivo principale da parte delle Istituzioni tutte, DOVREBBE ESSERE quello di rilanciare i consumi e di abbassare le tasse tagliando spese inutili – si legge in una nota congiunta a firma dei presidenti di Confesercenti Vasto, Paola Fiore, e San Salvo, Domenico Gualà, che aggiungono “Alcuni risultati nei nostri territori per l’anno 2013 li abbiamo ottenuti (es: TARSU a tassi invariati invece della TARES che avrebbe portato ad aumenti anche del 300% su alcune attività, non aumento dell’IMU sulle attività produttive, diminuzione della Tassa di Occupazione di Suolo Pubblico per i mercati settimanali…) ma, è importante non abbassare la guardia in vista dei provvedimenti che gli Enti Locali si apprestano ad approvare per il 2014. Come Associazione di Categoria vigileremo e abbiamo già chiesto incontri in merito”.

La protesta non si terrà soltanto in corso Marrucino, ma anche a Vasto dove gli operatori del Consorzio Vasto in Centro e tutti i commercianti del centro storico chiuderanno le loro attività dalle ore 11 alle 12 di mercoledì prossimo.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts