Banner Top
Banner Top

Fari puntati sull’Aragona, c’è Vastese – Vasto Marina

Vastese-Vasto Marina, atto secondo. Dopo l’1 a 1 di fine settembre tocca di nuovo a loro sfidarsi all’Aragona. Sfida insolita, due squadre di Vasto in corsa nello stesso campionato oggi come ventisei anni fa, quando erano Vastese e Fc Vasto a sfidarsi nella stagione 1987/1988. Molto, anzi moltissimo, è cambiato nelle due realtà vastesi rispetto al pari(Soria raggiunto in pieno recupero dal rigore di Consolazio) di quattro mesi fa, particolare sarà per Mario Lemme trovarsi di fronte la squadra che gli diede la possibilità d’iniziare il nuovo percorso d’allenatore. La sua avventura con la compagine di patron Pino Travaglini durò solo dieci giornate, dieci punti prima di essere esonerato. All’andata seguì la partita dalla tribuna, poi fu chiamato alla sostituzione e oggi proverà superare un altro ostacolo per continuare la rincorsa verso i playoff. Non perde da oltre due mesi la Vastese, 14 punti nelle ultime 8 uscite con l’ultima sconfitta data 20 novembre in casa della Torrese, 5° posto a 32 punti e playoff distanti cinque lunghezze. Non ci sono infortuni ma sostituire i due squalificati Cialdini e Avantaggiato non sarà semplice, assenze pesantissime, il centrocampista vastese sarebbe stato un altro ex del match ma insieme a Lemme non saranno gli unici vista la presenza di capitan Soria, Benedetti, Battista, Triglione, Galiè e l’estremo Bruno quest’ultimo arrivato nel gruppo mercoledì e sicuro titolare. Insieme a lui dovrebbe toccare ai due fuoriquota Miccoli e Berardi piazzarsi come terzini in un reparto completato al centro da Benedetti e Irmici. In mediana con i soliti D’Adamo e Battista ci sarà Rossodivita mentre in avanti Miani è in vantaggio su Torres per il ruolo di centravanti accompagnato sugli esterni da Soria e D’Antonio. Il kappaò contro il Pineto ha interrotto il magic moment del Vasto Marina anche se restano ben impresse le quattro vittorie consecutive precedenti arrivate senza subire reti. La compagine del presidente Massimiliano Baccalà non ha nulla a che vedere con l’ossatura della squadra vista nel match d’andata, la rivoluzione di dicembre ha alzato notevolmente il tasso qualitativo dei biancorossi oggi pronti per un’altra battaglia utile ad uscire per la prima volta in stagione dalla zona playout. La 14° posizione con 19 punti va ancora migliorata, se si pensa all’ultimo posto di novembre e si guarda all’oggi dopo un mese e mezzo c’è da essere contenti ma questo rinnovato gruppo può ambire ad altre posizioni. Mister Precali giovedì pomeriggio ha ricevuto in regalo dal giudice sportivo il centrocampista Antonello Spagnuolo, uno dei due ex di casa Vasto Marina. Il centrocampista campano da agosto a novembre con la Vastese mai avrebbe voluto saltare il match odierno, il giallo di domenica scorsa significava squalifica ma una novità nel regolamento lo ha riabilitato, quando si cambia squadra restando nella stessa categoria le ammonizioni si annullano. Ottima notizia per il tecnico istriano che con lui potrà contare su tutti gli effettivi a disposizioni potendo schierare Antenucci tra i pali, linea a quattro con capitan Benedetto e Menna centrali e spazio sui lati a D’Alessandro e Rino Napolitano. Nella zona nevralgica la coppia formata da Veron e Spagnuolo(quella che avrebbe voluto mister Di Santo in estate alla Vastese) e in avanti l’altro grande ex del match Nando Giuliano(con Pro Vasto e Vastese tra D, C2 e Promozione) a destra, Stivaletta al centro e Stango sull’altro lato a completare il 4231 supportando il centravanti argentino Manno. Direzione di match affidata al laziale Matteo Cesarini e fischio d’inizio alle ore 14.30, non ci sarà il pubblico delle grandi occasioni ma i punti in palio saranno pesantissimi e nessuna delle due vorrà uscire sconfitta, sarà battaglia assicurata.

Il programma della 21°(4° di ritorno) giornata in Eccellenza: Alba Adriatica-Civitella Roveto/ Altinrocca-Avezzano/ Capistrello-Miglianico/ Montorio-Acqua&Sapone/ Pineto-Francavilla/ River Casale-San Nicolò/ Tornese-San Salvo/ Vastese-Vasto Marina/ Virtus Cupello-Rosetana.

La classifica dopo 20 giornate: 1° San Nicolò 54 punti, 2°  Avezzano 44,  3° Capistrello 40, 4° Torrese 37, 5° Vastese 32, 6° Pineto 30, 7° San Salvo e Miglianico 27, 9° Alba Adriatica 25, 10° Virtus Cupello, Acqua e Sapone  e Rosetana 23, 13° Francavilla 20, 14° Vasto Marina e River Casale  19, 16° Montorio 17, 17° Altinrocca 14, 18° Civitella Roveto 11.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts