Banner Top
Banner Top

Consorzio di Bonifica, Rifondazione ne chiede la soppressione

Consorzio di Bonifica_5La conferenza stampa tenuta dall’assessore regionale alle Politiche Agricole Mauro Febbo in merito alla vicenda del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto comincia a suscitare le prime reazioni. A parlare è Donatello D’Alberto, responsabile dei “rifondaroli” sansalvesi, che porta un attacco duro contro l’Ente chiedendone addirittura la soppressione” definendolo “un insignificante carrozzone politico clientelare, al servizio esclusivo di managers, che hanno attinto per anni a questo pozzo di San Patrizio, senza farsi carico delle esigenze dei propri dipendenti e dei propri contribuenti”.

D’Alberto parte dai presupposti che “i servizi che l’Ente dovrebbe erogare nei territori di competenza continuano ad essere discontinui e poco efficaci: strade dissestate che ricordano un percorso di guerra, canali di scolo ormai colmi di terriccio, erbacce e spazzature che persone incivili, impunemente, continuano a spargere in contrade abbandonate a se stesse, scarpate ed aree di risulta con anni e anni di degrado e una vegetazione selvaggia che cresce in maniera incontrollata, mancanza di erogazione dell’acqua, essenziale non solo per l’irrigazione estiva, ma anche per la gestione quotidiana dei trattamenti alle varie colture”. E non solo, ma sottolinea con forza come agricoltori e imprese agricole paghino “puntualmente per la gestione della bonifica che il Consorzio dovrebbe effettuare, continuano a pagare tasse su tasse, a cui nel 2012 s’è aggiunta anche l’ IMU sulle case rurali e sulle masserie”.

Dopo quanto successo a Cupello per la Tares, anche in questo caso l’esponente di rifondazione comunista chiede di mettere in atto è lo sciopero fiscale, “non pagando più la quota annuale, anche in solidarietà ai lavoratori del Consorzio”.

Infine, a fronte di un Mauro Febbo che ha richiamato la necessità della presenza nella deputazione consortile dei rappresentanti del mondo agricolo, D’Alberto rivolge loro un appello perché “prendano una posizione netta e chiara sulla questione”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts