Banner Top
Banner Top

Consegnate questa mattina le borse di studio della XX edizione del Premio Roccioletti

Premio_RocciolettiInnovazione, meritocrazia e valore dell’impegno civile per far uscire il Paese dalla crisi economica, politica e morale. Sono questi i concetti espressi dagli studenti che questa mattina hanno ricevuto le borse di studio intitolate alla memoria del prof. Arduino Roccioletti, compianto preside scolastico e Presidente della Provincia di Chieti dal 1986 al 1993, scomparso mentre era alla guida dell’Ente. La cerimonia di consegna si è svolta a Chieti, nella Sala del Consiglio provinciale, alla presenza del Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, della signora Clementina D’Angelo Roccioletti e di Giuseppe Roccioletti, rispettivamente vedova e figlio del professore, e dell’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Mauro Petrucci.

Il premio, giunto alla 20ma edizione, è rivolto agli studenti dei Licei Scientifici del territorio provinciale che si sono diplomati con il massimo dei voti e che hanno mostrato una particolare predisposizione per la matematica, la materia insegnata dal prof. Roccioletti. Quest’anno le borse di studio sono state assegnate a Massimo Bucci, Lorenza Dell’Osa, Nicola Diella, Alessia Iacovella, Stefano Mancini, Mariangela Potente e Alessandro Tacconelli. Tutti i giovani hanno ringraziato la Provincia per la tangibile vicinanza al loro impegno.

“Dovete essere fieri dei vostri giovani – ha sottolineato il Presidente Di Giuseppantonio nel suo intervento – così come lo sono io in quanto amministratore di questo territorio e di questa comunità. Dai loro interventi ho sentito concetti forti e importanti, come quello della meritocrazia, un valore che abbiamo il dovere di recuperare se vogliamo ridare fiato a questo Paese e per il quale il professor Roccioletti si è sempre battuto”.

Rivolgendosi ai giovani, il Presidente Di Giuseppantonio ha affermato che “Roccioletti avrebbe apprezzato tanto le vostre parole: io ho avuto la fortuna di conoscerlo e di lavorare al suo fianco quando ero Assessore provinciale. E’ stato un uomo di grande qualità, onesto, concreto e lungimirante, un grande amministratore di questa Provincia, un uomo al servizio della comunità che ha sempre messo il merito al primo posto: continueremo a onorare la sua memoria come esempio per voi giovani, che rappresentate la futura classe dirigente del nostro Paese”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts