Banner Top
Banner Top

Il prof. Luigi Alfiero Medea nella giuria

Medea1Una significativa manifestazione culturale si è svolta Domenica 15 dicembre 2013 nell’Auditorium del Palazzo della Provincia: la premiazione della Prima Edizione del P.A.C.I. (Premio Auditorium Città di Isernia), organizzato dall’Associazione Culturale SM’ART- l’arte sm!, attraverso un Concorso ed una mostra, per promuovere la pittura, la scultura, la fotografia e la poesia. Sono state presenti varie autorità, tra cui il Sindaco di Isernia Luigi Brasiello, l’assessore regionale alla cultura Nico Ioffredi, l’assessore provinciale alla cultura Mario Lombardi, la presidente della commissione alla cultura Bice Antonelli, l’assessore  comunale allo sport, turismo e cultura Cosmo Galasso, il direttore della Banca Popolare delle Province Molisane (filiale di Isernia), il titolare dell’Agenzia Allianz Ras di Isernia avv. Gennaro Petrecca, il rappresentante di S.E.L. Giuseppe Iglieri. Dopo i saluti dell’arch. Antonio Pallotta, Presidente dell’Associazione, formata soprattutto da giovani, ha preso la parola il sindaco Brasiello che ha voluto sottolineare la passione per l’arte e la cultura in generale e lo spirito di sacrificio messi in atto dai giovani organizzatori anche per dare rilevanza alla città di Isernia e al suo territorio e si è augurato che il Premio continui negli anni in modo tale che Isernia sia conosciuta non solo dal punto di vista geografico, ma anche artistico. Sono seguiti gli interventi di
Ioffredi, Lombardi e Antonelli, i quali hanno vivamente elogiato l’iniziativa. Al tavolo di Presidenza, oltre al critico d’arte Paolo Meneghetti di Bassano del Grappa, che ha giudicato le opere inviate, con la fattiva collaborazione del critico d’arte Gioia Cativa, c’è stato anche il nostro concittadino prof. Luigi Alfiero Medea, segretario generale del Premio Nazionale Histonium, chiamato dagli organizzatori per essere giudice unico del settore poesia. Il primo premio per la poesia il prof. Medea lo ha assegnato alla dott.ssa
Enrica Romano per la composizione “1000 Criste”, una lirica dedicata dall’autrice a tutte le donne “crocifisse” della storia e della cronaca. Il secondo premio è andato al poeta Angelomaria di Tullio per la lirica “Donna”. Per il settore artistico Meneghetti e Cativa hanno scelto l’opera a tecnica mista intitolata “Amnios” dell’artista Beatrice Mastrodonato di Roma. Menzioni Speciali sono andate per la scultura a Cosmo Di Florio con il Polimaterico “Amanti”; per la fotografia a Lorenzo Albanese per l’opera “E guardo il mondo
da un oblò”; per la pittura a Gaetano Marinelli con l’olio su tela “Natura morta 2012”. Ha condotto la serata il bravo artista Carmelo Costa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts