Banner Top
Banner Top

Parte la rincorsa alla Bandiera Blu della Fee, non senza difficoltà

Spiaggia_FeeParte da oggi la rincorsa alla tanto ambita Bandiera Blu della Fee – Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’Educazione Ambientale), il riconoscimento che certifica la qualità ambientale delle località turistiche balneari. Ad annunciarlo Paolo Leonzio, presidente della Fee Abruzzo e consigliere nazionale della Fee, che è impegnato nel sollecitare le Amministrazioni comunali a completare gli adempimenti utili per poter conseguire l’importante vessillo ambientale. Vasto è impegnata a conseguire la 19 bandiera negli ultimi 22 anni, per San Salvo parte la caccia al sedicesimo vessillo consecutivo.

Intanto, però, la Fee ha già sottolineato alcune criticità sulle quali bisognerà lavorare  e in fretta. Infatti, il Consiglio direttivo della Fee Abruzzo, in collaborazione con il personale Tep (Tribunale delle esecuzioni penali), segnala che l’anno che si sta per concludere non è positivo per i dati raccolti sulle discariche abusive presenti nel territorio regionale e sul grado di inquinamento dei fiumi e torrenti.

“Il cattivo tempo di queste ultime settimane – commenta Leonzio – ha riversato in mare tutto ciò che era depositato sul greto dei fiumi. Materiale di ogni genere, tra cui molti inquinanti nocivi e pericolosi, che potrebbe pregiudicare la qualità delle acque del nostro mare. Segnalazione che abbiamo già fatto al ministro dell’Ambiente Orlando e all’Autorità giudiziaria competente per territorio”.

Il presidente della Fee Abruzzo segnala inoltre che una gran parte dei comuni abruzzesi sono del tutto privi dei depuratori o mal funzionanti. “Abbiamo sollecitato in particolare i comuni di Bandiera Blu a ripristinare i loro depuratori o a metterli finalmente in funzione oltre ad attivare tutte le procedure per l’apertura di isole ecologiche per il conferimento dei rifiuti. Un esempio a tal riguardo – evidenzia Leonzio – ciò che hanno già fatto Campomarino in Molise e San Salvo, e come si apprestano a fare altri comuni della costa, ottenendo buoni risultati in termini anche di educazione ambientale dei cittadini”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts