Banner Top
Banner Top

Siglato accordo tra B. Pop. Vicenza e Confindustria Chieti per linee di credito agli associati

imprese-artigianeIl Responsabile della Direzione Regionale Lazio di Banca Popolare di Vicenza Roberto Premi e il Presidente di Confindustria Chieti Paolo Primavera, hanno siglato un accordo di collaborazione che ha l’obiettivo generale di offrire un supporto al tessuto produttivo della provincia di Chieti.

Grazie all’intesa le aziende associate potranno trovare una consulenza finanziaria avanzata e un valido e concreto sostegno nell’attività di internazionalizzazione, in questa prima fase soprattutto verso Cina, India, Brasile, Russia e Turchia.

Banca Popolare di Vicenza favorirà le aziende aderenti a Confindustria Chieti con specifiche linee di credito per un importo totale di 30 milioni di euro.

In particolare, la Banca, nell’ambito dei numerosi servizi messi a disposizione della clientela, anche grazie ai 53 accordi in essere con banche estere di 32 Paesi, agevolerà le attività di esportazione delle imprese associate a Confindustria Chieti mettendo a disposizione queste linee di credito presso un importante numero di Istituti in Cina, India, Brasile, Russia e Turchia.

L’intervento della Banca prevede la possibilità per gli associati a Confindustria Chieti, nelle trattative con i Clienti esteri, di offrire loro l’opportunità di finanziare l’acquisto. Il cliente estero, infatti, recandosi presso una delle banche del suo Paese identificate da Banca Popolare di Vicenza, potrà chiedere di accedere alla convenzione in essere e poter pagare a vista il debito, nei confronti dell’Esportatore italiano, ricevendo dilazioni importanti dalla Banca estera, che avrà a disposizione una specifica linea di credito concessa dalla Banca Popolare di Vicenza.

In questo modo le operazioni di esportazione, dal punto di vista commerciale e finanziario, vengono notevolmente facilitate con un rilevante beneficio per le aziende locali in termini di liquidità. Il plafond viene messo a disposizione presso alcune delle principali banche estere di Cina, India, Brasile, Russia e Turchia e, successivamente, potrà essere esteso anche ad altri Paesi, in base alle esigenze delle imprese associate.

Grazie all’accordo, inoltre, la Banca mette a disposizione delle imprese associate a Confindustria Chieti un plafond finanziamenti a condizioni specificatamente studiate, che permette alle imprese di anticipare i crediti vantati nei confronti degli Enti Pubblici.

Il plafond prevede anche finanziamenti finalizzati alla copertura delle spese per la formazione del personale e per gli interventi di adeguamento degli stabilimenti alle norme antisismiche.

In aggiunta, avvalendosi della collaborazione di Nordest Merchant, la merchant bank del Gruppo BPVi, vengono messi a disposizione delle imprese associate servizi finanziari avanzati ed innovativi finalizzati ad attività di “Corporate Finance”, “Private Equity”, “Merger & Acquisition” ed altro a sostegno delle strategie d’impresa.

“Questo accordo – afferma il Presidente di Confindustria Chieti Paolo Primavera – si rende necessario in un momento come questo in cui l’internazionalizzazione di prefigura come chiave strategica per uscire dalla crisi e rilanciare la nostra economia. E’ fondamentale sostenere le imprese nei processi di penetrazione e crescita nei mercati esteri fornendo strumenti idonei e competitivi”

“La convenzione con Confindustria Chieti – ha dichiarato Roberto Premi – conferma l’attenzione del nostro Istituto per le imprese della provincia di Chieti, in cui siamo già presenti con la filiale di San Giovanni Teatino. Banca Popolare di Vicenza, nonostante il perdurare della congiuntura incerta, continua ad investire nelle aziende sane e con buone prospettive di continuità e di crescita nei mercati internazionali, fornendo loro opportunità concrete e risposte immediate. Nel primo semestre del 2013 la nostra Banca ha erogato 1,2 miliardi di euro di nuovi finanziamenti, con una crescita degli impieghi dell’1,6% rispetto al 31 dicembre 2012, a fronte di una decrescita del sistema del 2,1%. Grazie alla Struttura Estero e a Nordest Merchant, la merchant bank del Gruppo, affianchiamo le imprese nelle operazioni di rafforzamento patrimoniale, innovazione, finanza strutturata ed internazionalizzazione, che sono le leve fondamentali per uscire dalla crisi”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts