Banner Top
Banner Top
Banner Top

Imposta di soggiorno, Lapenna in conferenza stampa: “un allarme ingiustificato”

C’erano rappresentati quasi tutti i partiti che costituiscono la coalizione di maggioranza che governa la città a dare man forte al sindaco Luciano Lapenna nella conferenza stampa tenuta a Palazzo di Città questa mattina per parlare dell’ultima seduta del Consiglio comunale e rispondere alla pioggia di critiche cadute da una parte della minoranza e non solo. Al fianco del primo cittadino vi erano il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Forte, e l’assessore al Turismo, Vincenzo Sputore (entrambi in quota PD), il vice presidente in Aula Vennitti, Luigi Marcello (Giustizia Sociale), i consiglieri comunali Mauro Del Piano (Sel), Paola Cianci (Rifondazione) e Elio Baccalà (Misto) oltre al coordinatore cittadino dei vendoliani Sante Cianci: assenti i rappresentanti del Psi.

“Non posso non ribadire l’impegno della maggioranza di mandare avanti un percorso difficilissimo per gli enti locali con grande senso di responsabilità cercando di non appesantire la situazione delicata dei ceti più deboli”, ha dichiarato Luciano Lapenna in apertura del suo intervento che è partito subito a spron battuto su imposte e tasse: “se aumenti tariffari ci sono stati hanno salvaguardato le attività produttive e i terreni edificabili (chiaro riferimento all’IMU, ndr). Abbiamo cercato di non toccare né la Tarsu né l’aliquota IMU sulle seconde case che non abbiamo portato, come accaduto in molti altri comuni, a quella massima del 10,6”.

Capitolo a parte per l’Imposta di soggiorno: “vi è un allarme ingiustificato – ha sottolineato il primo cittadino – l’assessore Sputore ha già convocato una riunione del Tavolo (permanente per il Turismo, ndr) per affrontare tutti insieme con gli operatori del settore  l’impostazione di questa nuova tassa”. Sulle polemiche innescate dal consigliere regionale Antonio Prospero che ha definito un errore l’introduzione dell’imposta Lapenna ha risposto a tono: “A me ha fatto piacere l’intervento del presidente del Consiglio Forte che ha detto “siamo anche pronti a bloccarla se la Regione ci da i fondi per le calamità del 2012”. È la prova della volontà di dare risposte anche a quegli operatori turistici, non tutti, che si sono lamentati”.

Il sindaco ha, poi, battuto il chiodo sul fatto che il cartellone estivo “lo facciamo da soli senza la collaborazione di nessuno, al contrario di quante accade dovunque” e sul fatto che le spese per il Turismo sostenute dal Comune non sono solo quelle “basti pensare al raddoppio dei rifiuti prodotti, alla depurazione delle acque e all’aumento del consumo di acqua pubblica che comunque va pagato”.

Una risposta doverosa è stata riservata a chi ha definito medievale mettere la nuova imposta: “non è medievale la tassa, ma l’atteggiamento dei signori del NO contro ogni decisione dell’Amministrazione. Noi vogliamo un turismo all’avanguardia, vogliamo migliorare l’offerta dei servizi tant’è che la somma è messa a disposizione del turismo vastese. C’è un atteggiamento costruttivo da parte nostra”.

Lapenna ha risposto anche alle critiche in merito all’assenza di concertazione: “la piattaforma approvata viene dal lungo lavoro coi nostri operatori. Infatti c’è tutta una lunghissima fascia di richieste loro nel Regolamento, un lavoro che non esiste per nessun Regolamento d’Italia. Un lavoro condiviso anche dalle opposizioni di cui sono state accolte molte sollecitazioni anche in merito all’esclusioni. Già nel bilancio triennale ritroviamo l’introduzione dell’imposta di soggiorno ed è dunque pretestuoso quanto viene detto da alcune parti della minoranza”.

L’ultima parte del suo intervento il primo cittadino l’ha dedicata all’importante mozione sul Consorzio di Bonifica e all’adesione a quella contro la soppressione dei tribunali anticipando che si sta lavorando per la costituzione del Comitato pro referendum sulla geografia giudiziaria anche a Vasto secondo quanto anticipato una settimana fa.

Alle posizioni di Luciano Lapenna in merito all’imposta di soggiorno hanno fatto eco gli altri presenti a cominciare da Mauro Del Piano: “mi aspetto che al Tavolo gli operatori turistici presentino delle proposte reali per il rilancio del settore. L’imposta di soggiorno non è un deterrente, ma un’opportunità”.

Paola Cianci ha ribadito quanto espresso in aula consiliare, ovvero che “si tratta di un’imposta di scopo vincolata a migliorare i servizi turistici e ad alleggerire in parte l’Amministrazione di queste spese”.

“Abbiamo chiesto a tutti gli operatori – ha aggiunto l’assessore al ramo Vincenzo Sputore – di collaborare anche nella programmazione. La tassa servirà per migliorare i servizi da offrire a cominciare dall’ambiente, le reti fognarie, il verde, le strade e i marciapiedi”

Sulle altre questioni si sono addentrati Luigi Marcello “Siamo intervenuti su Tarsu e IMU colpendo il meno possibile i cittadini attraverso un intenso lavoro fatto a monte. Il nostro obiettivo era lavorare dove possibile per tagliare e stiamo già lavorando per il prossimo bilancio”.

Il presidente della Commissione regolamenti, Elio Baccalà, ha ribadito come “la scelta sull’IMU è stata consequenziale. Il bilancio era stato approntato sulla Tares voluta dal Governo che poi ci ha dato la possibilità di tornare alla Tarsu e lo abbiamo fatto anche perché la Tares avrebbe colpito e molto soprattutto le attività produttive”. Baccalà ha anche sottolineato come non abbia capito la scelta di qualcuno sull’Imposta di soggiorno, visto che sul “Regolamento si è lavorato tutti insieme e abbiamo fatto anche molte concessioni.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

  • conferenza-stampa-consiglio-29-nov-06_testata
  • conferenza stampa-consiglio-29 nov - 06
  • conferenza stampa-consiglio-29 nov - 02
  • conferenza stampa-consiglio-29 nov - 10
  • conferenza stampa-consiglio-29 nov - 07

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts