Banner Top
Banner Top
Banner Top

Scuole chiuse nel Vastese, ma non tutti sono d’accordo

Lo stato d’allerta sul  maltempo ha convinto i primi cittadini di Vasto, San Salvo Cupello, Monteodorisio, Furci, Casalbordino e Celenza sul Trigno a diramare un’ordinanza di chiusura delle scuole e degli asili per tutta la giornata odierna. D’altronde qualche fiocco di neve si è visto e sono eloquenti le immagini scattate in quel di Sant’Antonio Abate e alla Marina (per le quali ringraziamo la Protezione Civile Vasto) dove le strade hanno assunto per qualche ora un colore lattaginoso.

“Attila”, questo il nome della perturbazione artica che ha gelato il nostro clima quasi all’improvviso, sta causando non pochi disagi, a cominciare dai trasporti con l’obbligo per i Tir di abbandonare l’autostrada dal casello di Val di Sangro a quello di Poggio Imperiale in entrambe le direzioni.

Non solo neve, però…perché i danni maggiori, forse, li hanno procurati le violente mareggiate che si sono abbattute sul litorale dove si temono nuove frane nell’area nord della Marina all’altezza della bagnante. L’acqua si è inoltrata in alcuni tratti per una quindicina di metri erodendo l’arenile, scoperchiando i pozzetti del recente rifacimento fognario, lasciando al suo passaggio ogni genere di detriti, tant’è che Riccardo Padovano, presidente del Sib-Confcommercio Abruzzo, ha parlato “di un autentico bollettino di guerra e per questo chiediamo interventi immediati da parte della Regione Abruzzo al fine di realizzare nelle prossime ore opere di somma urgenza a protezione delle infrastrutture che rischiano di crollare”.

E il tempo non darà tregua neanche nelle prossime ore. Questo primo assaggio vero di inverno porterà ancora nevicate a bassa quota anche sul litorale e violente piogge e temporali.

Intanto la decisione sindacale di tenere le scuole chiuse non trova tutti d’accordo. Questo il testo della protesta di un nostro lettore giunto stamane in redazione:

“La chiusura di Scuola ed Asili nella giornata odierna causa… neve è uno scandalo. Venti trent’anni fa non c’erano i mezzi attuali e le scuole non chiudevano, è una vergogna. Già nelle scuole si fa poco e male”.

  • Neve santo Onofrio
  • Neve Vasto Marina
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts