Banner Top
Banner Top

Conferenza-dibattito sulla solidarietà

Il prof. Medea e la Poli MolinoÈ stata particolarmente seguita la conferenza-dibattito, organizzata dall’associazione “Amici degli Anziani”, sul tema “Solidarietà: grande ricchezza dell’umanità”, che si è tenuta il 14 novembre 2013, presso l’Auditorium dell’Agenzia per la Promozione Culturale di Vasto. Relatore è stato il prof. Luigi Medea, giornalista, fondatore del “Premio Nazionale Histonium” e già docente di Storia della Filosofia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Chieti-Vasto.
Dopo un breve intervento di saluto della Presidente dell’Associazione, l’insegnate Angela Poli Molino, che ha spiegato come l’incontro si pone nell’orizzonte di una più profonda formazione umana, morale e spirituale delle socie, ha preso subito la parola il prof. Medea, che ha richiamato innanzitutto i grandi problemi che affliggono l’umanità d’oggi, soffermandosi poi su due di essi che sono di estrema urgenza nel nostro Paese: quello della mancanza di lavoro (soprattutto giovanile) e quello degli immigrati clandestini. “Di fronte a questi problemi – ha aggiunto il relatore – si è tentati di dire: ‘Ma io cosa posso fare? Non ho nessun potere di cambiare effettivamente le cose!’ Questo è vero solo in parte, perché se ognuno si impegnasse a mettere in pratica i valori proclamati più di 2000 anni fa nelle Beatitudini evangeliche e che sono alla base di tutti quei principi che conosciamo come ‘diritti dell’uomo’ qualcosa attorno a noi migliorerebbe, secondo quanto amava ripetere Madre Teresa di Calcutta: ‘Se ogni piccolo uomo, in questo piccolo mondo, fa una piccola cosa, il mondo cambia’”.
Il prof. Medea ha iniziato, quindi, a delineare i “valori fondamentali”, che ci spingono ad operare a favore della vita, della pace e del rispetto del creato, e quelli “strutturali”, necessari per un effettivo rispetto dell’uomo e della sua dignità, quali la libertà, la responsabilità, la giustizia, la creatività, l’interiorità e la solidarietà. L’approfondimento del prof. Medea, naturalmente, si è soffermato sulla “solidarietà”, di cui egli ha spiegato l’etimologia del termine, passando poi a delineare i principali elementi presenti nella definizione in campo filosofico, giuridico, politico e teologico.
A questo punto il discorso si è fatto più pratico, perché il relatore ha cercato di spiegare come far diventare la solidarietà “elemento cardine della nostra vita”. Ha proposto, pertanto, innanzitutto il superamento di cinque impedimenti che ostacolano la realizzazione della solidarietà: la tentazione del non-sguardo, la tentazione del non-ascolto, l’esperienza della porta chiusa, il vezzo disumano della rottamazione – in particolare nei confronti degli anziani ritenuti soggetti inutili e ingombranti, dimenticando che essi “sono per la società la riserva sapienziale del nostro popolo” (Papa Francesco) –, l’ossessione del proprio io e del sentirci felici da soli. Ha infine suggerito alcune linee programmatiche di azione, quali: avere più coscienza dei propri limiti (“nessun uomo è un’isola”), cercare l’essenziale (“la solidarietà solo materiale, non risolve la povertà o i bisogni delle persone in modo pieno ed esaustivo”), sollevare lo sguardo dal proprio ombelico (“aprirci all’altro, guardarci intorno, ci aiuta a ridimensionare i nostri problemi”), riscoprire la civiltà della tenerezza del cuore (“non basta dare agli altri, bisogna dare con gioia”), diventare persone di strada (“la comunità politica deve essere più vicina ai problemi della gente e la comunità ecclesiale deve realizzare la propria fede e il proprio servizio soprattutto andando sulle strade degli uomini e respirando l’odore della vita”).
È seguito il dibattito, che ha richiamato in particolare l’impegno urgente di attuare la solidarietà sul grave problema della mancanza di lavoro.

fotoreportage di Massimo Molino

  • 001
  • 002
  • 003
  • 004
  • 005
  • 006
  • 007
  • 008
  • 009
  • 010
  • 011
  • 012
  • 013
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts