Banner Top
Banner Top
Banner Top

Crisi dell’edilizia, confronto sulle strategie per “uscire dal tunnel”

edilizia-protocollo - 1È stata presentata questa mattina presso l’Aula consiliare del Comune di Vasto la bozza per un protocollo d’intesa tra istituzioni, sindacati e ordini professionali, per il rilancio del settore dell’edilizia, ormai in crisi da troppo tempo. Per arrivare a un’intesa, però, ci sarà ancora da lavorare; gli ordini professionali, e in particolare Nicola Centofanti, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Chieti, si sono mostrati piuttosto scettici sull’utilità del protocollo che – così come presentato dalle organizzazioni sindacali – “rischia di appesantire la macchina della burocrazia, invece abbiamo bisogno di snellirla”.
A spiegare obiettivi e metodi inseriti nella bozza, Gianfranco Reale della Filca Cisl, il quale ha sottolineato che l’intesa serve “per il miglioramento della qualità delle prestazioni e dei lavori pubblici e privati di competenza dell’amministrazione comunale e delle condizioni di sicurezza da parte delle imprese esecutrici”. Nell’intesa dovrebbe rientrare anche un osservatorio per controllare la correttezza delle pratiche e dell’accesso ai bandi, anche per monitorare situazioni “sospette” come offerte con ribassi eccessivi. Il protocollo, inoltre, dovrebbe impegnare i sottoscrittori riguardo a svariate problematiche del settore, quali i ritardi nei pagamenti, la lentezza della burocrazia, la verifica di offerte anomale, l’applicazione del Ccnl e sicurezza sul lavoro.
Ordini professionali e imprenditori sono rimasti piuttosto freddi davanti a queste proposte: “Pensiamo alle piccole cose che si possono fare a livello locale” hanno evidenziato in particolare i professionisti vastesi. “L’amministrazione piuttosto si impegni a velocizzare le pratiche. Confrontiamoci con gli enti su quali sono le problematiche più urgenti da affrontare e procediamo, inutile mettere ulteriore burocrazia”.
Da parte sua, il sindaco Luciano Lapenna ha dato disponibilità a sottoscrivere un impegno in riferimento alla trasparenza amministrativa, ma – com’è risultato chiaro fin da subito – la strada per un documento condiviso appare ancora lunga. L’appuntamento è stato infatti aggiornato alle prossime settimane per dare il tempo a ciascuna categoria di apportare il proprio contributo alla bozza.
Presenti all’incontro di oggi, anche il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Forte, il vicesindaco Sputore, il segretario provinciale della Fillea Cgil Lamberto Vespasiano, il segretario provinciale della Feneal Uil Walter Paciocco e i presidenti provinciali degli ordini professionali degli ingegneri, architetti e geometri.

n.l.

  • edilizia-protocollo - 1
  • edilizia-protocollo - 4
  • edilizia-protocollo - 5
  • edilizia-protocollo - 6
  • edilizia-protocollo - 8
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts