Banner Top
Banner Top
Banner Top

Il Comune condannato a risarcire un bimbo di 4 anni

falòLa decisione del tribunale di Vasto non potrà riacuire le polemiche sul divieto di falò che è stato al centro del dibattito cittadino per tutta la stagione estiva.

Infatti  il Comune di Vasto è stato condannato a risarcire i danni ad un bambino di 4 anni che, in data 17 agosto, cadeva su alcuni carboni ancora ardenti a seguito dei falò del 16 agosto riportando danni.

Il Giudice ha ritenuto colpevole il comportamento del Comune per non aver impedito il verificarsi del fatto, nonostante la difesa dell’Ente che ha chiesto la non condanna per l’assenza di ogni responsabilità in quanto evento imprevedibile.

Secondo il tribunale, dunque, il Comune è chiamato a rispondere ai sensi dell’art. 2043 C.C., condannando sempre l’Ente a pagare le spese legali e di consulenza tecnica d’ufficio.

A quanto si afferma dalla segreteria del sindaco è anche in conseguenza di questa citazione per” fatti che risalgono al 17 agosto di qualche anno fa”, che si era deciso per un’azione restrittiva nei confronti di tale consuetudine estiva sui litorali chiedendo alle Forze dell’Ordine di intensificare i controlli impedendo quei falò, che oltre al danneggio delle strutture di alcuni stabilimenti balneari, in più occasioni, avevano arrecato danni alle persone.

Insomma, la sentenza di condanna per il Comune suona come un’ampia giustificazione dell’ordinanza diramata dal sindaco e del susseguente comportamento delle FdO.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts