Banner Top
Banner Top

Caccia, il Tar boccia il ricorso delle associazioni venatorie

cacciatore“È stato avviato l’iter per il Regolamento regionale sugli ungulati, in particolare cervo e capriolo, che rappresenta un punto di partenza importantissimo per la caccia e l’attività di selezione per i prossimi anni nella Regione Abruzzo. Il lavoro finale, che dovrà essere licenziato in breve tempo data la ristrettezza del periodo disponibile, sarà portato alla verifica in Commissione presso il Consiglio Regionale e successivamente sottoposto all’approvazione del Consiglio stesso, al fine di divenire operativo per la prossima stagione”. Ad annunciarlo, l’assessore regionale alla Caccia, Mauro Febbo che contestualmente informa che “è stata depositata nei giorni scorsi la sentenza del Tar Abruzzo che ha dichiarato parzialmente inammissibile per una parte e rigettato per il resto, il ricorso presentato dall’Associazione venatoria regionale Migratoristi Italiani e altri, contro il calendario venatorio 2012-2013. L’associazione aveva fatto ricorso contro la Regione su alcune prescrizioni inserite nel calendario venatorio relativamente alla caccia al cinghiale, in particolare sull’assegnazione delle zone di caccia alle squadre che esercitano il prelievo venatorio di tale specie. È bene precisare che le prescrizioni sono state consigliate alla Regione dai tecnici del tavolo tecnico ristretto che lavorano sull’Azione B1 del Piano d’Azione di tutela dell’orso marsicano. Il Tribunale Amministrativo Regionale –  rimarca Febbo – ha inoltre riconosciuto che la regolamentazione della caccia al cinghiale è necessaria anche ai fini della prevenzione degli incidenti di caccia: questo è un monito alle Province che ancora non adottano alcuna regolamentazione in merito”.
A tal proposito, quindi, l’assessore Febbo ha ricordato che il termine ultimo per le Province per l’approvazione o l’adeguamento dei regolamenti per la caccia al cinghiale, in base a quanto previsto dagli indirizzi regionali, è il 31 dicembre. “Nel mese di novembre – ha anticipato Febbo – sarà inoltre convocata una riunione con le Province, le Prefetture e le Organizzazioni professionali degli agricoltori, per far il punto sulla situazione dei danni alle colture agricole e per stabilire una strategia d’intervento per il prossimo anno”.
A fine novembre è previsto infine un convegno scientifico al quale saranno invitati esperti nazionali ed internazionali della gestione della fauna: “Tale appuntamento rappresenterà una occasione importantissima di verifica dello stato dell’arte delle iniziative, dei progetti e degli interventi strategici gestionali in corso e soprattutto sarà un momento fondamentale di coordinamento di tutto il mondo venatorio abruzzese e di confronto con le componenti esterne ed i portatori di interesse”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts