Banner Top
Banner Top

Argirò attacca D’Amico e diserta l’incontro voluto dal PD in Valsinello

presentazione-bike to coast-san salvo - 16 - nicola argiròÈ una vigilia tormentata quella che sta anticipando l’incontro di domani pomeriggio in Valsinello, organizzato dal PD provinciale per dibattere della crisi economica e occupazionale del vastese, una localizzazione non casuale viste le note vicende che stanno interessando la ex Golden Lady e il Pantalonificio d’Abruzzo.

Un incontro che avrebbe dovuto vedere la partecipazione, oltre che dell’onorevole Maria Amato (e chissà se il senatore Gianluca Castaldi è stato invitato) e del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giovanni Legnini, anche di alcuni esponenti del centrodestra regionale tra cui il presidente della IV Commissione, quella delle Attività produttive –Turismo – Trasporti, Nicola Argirò.

Una eventualità questa vanificata proprio dal consigliere sansalvese che non ha gradito per nulla le accuse lanciate contro l’Amministrazione regionale dal capogruppo democratico in Provincia Camillo D’Amico sulle colonne di un noto quotidiano regionale:

“Dopo aver letto stamane le accuse strumentali di D’Amico sul quotidiano “Il Centro” – scrive in una nota Argirò – annuncio la mia assenza al convegno di domani a Gissi, contrariamente a quanto inizialmente deciso, perché ravviso elementi di sciacallaggio politico facilmente riconducibili al clima da elezioni regionali, e quel che è peggio sulla pelle di centinaia di lavoratori. Mi spiace non rispondere all’appello educato e gentile dell’On. Amato, che avevo accolto con spirito propositivo e animato da quel clima di unione necessario per portare a casa obiettivi comuni di salvaguardia occupazionale, ma le parole gratuitamente offensive dello stesso D’Amico mi spingono a seguire la vicenda con l’impegno di sempre nelle sedi più opportune”.

Argirò entra poi nel merito della questione o, meglio, “di quanto falsamente affermato, ricordo che l’Area di crisi Valsinello è stata riconosciuta dalla Regione Abruzzo nel luglio 2011, sull’Area di crisi a livello nazionale il Pd ha strumenti e uomini per concludere positivamente la vicenda, considerato che il capo del Governo è Letta (Pd), ministro del Lavoro Zanonato (Pd), sottosegretario Legnini (Pd).

L’Area di crisi Valsinello per quanto riguarda i fondi regionali ha riconosciuto il 20/10/2012 15.000.000 di euro per nuovi investimenti o ristrutturazioni aziendali, inoltre con “Lavorare in Abruzzo 2” incentivi di 10.000 euro a lavoratore per assunzioni a tempo indeterminato, con premialità nei bandi proprio per le aziende presenti a Gissi.

Ai tavoli ministeriali la Regione è stata sempre presente ed impegnata nel progetto di riconversione, che è nelle mani del Ministero presieduto da Zanonato, da cui dipende quel Castano che andrebbe sollecitato ad una riconversione diversa e migliore rispetto a quella precedentemente fallita.

Il mio impegno sulla vicenda rimarrà costante nell’unico obiettivo di assicurare un futuro a persone che oggi vivono un grave disagio determinato da scelte, anche discutibili, di proprietà che hanno deciso di delocalizzare l’attività trascurando anni di sacrifici delle proprie maestranze”.

Insomma, da quanto dice Argirò domani mancherà un vero confronto tra le parti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts