Banner Top
Banner Top
Banner Top

Dalla lite su Facebook alle botte al bar

File of a smartphone user showing the Facebook application on his phone in ZenicaArriva da un bar di Villagna la dimostrazione che le liti “virtuali” possono presto trasformasi in liti reali. Nei giorni passati, infatti, due giovani si erano pesantemente insultati tramite il noto social network Facebook, ma nessuno immaginava che i dissapori, legati a situazioni pregresse, potessero degenerare al punto di sfociare in rissa. Sta di fatto che la scorsa sera i due uomini, un 28enne ed un 32enne di Vacri, entrambi noti alle forze dell’ordine, si sono incontrati casualmente nei pressi di un bar di Villamagna ed in pochi istanti è scoppiata la lite. Dapprima sono volate le “parole grosse” e poco dopo i due sono passati alle mani. È stato in quel momento che il più giovane ha estratto dalla tasca del giubbino un oggetto appuntito, che non è stato ritrovato dai militari, ed ha sferrato un fendente al torace del rivale colpendolo però solo in modo lieve. Subito dopo è fuggito facendo perdere le sue tracce. Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Chieti che hanno subito avviato le indagini. Il ferito è stato invece trasportato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Chieti dove è stato medicato e giudicato guaribile in 15 giorni. L’aggressore, poche ore dopo, è stato rintracciato dai Carabinieri nella sua abitazione e denunciato in stato di libertà con l’accusa di lesioni personali aggravate.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts