Banner Top
Banner Top

Castaldi e C. chiedono l’accesso agli atti della Asl

Gianluca Castaldi
Gianluca Castaldi

Nell’ambito di una iniziativa nazionale portata avanti dai senatori e consiglieri regionali del M5S, il senatore Gianluca Castaldi  ha provveduto, unitamente ai consiglieri del M5S in Regione Molise, Antonio Federico e Patrizia Manzo, a depositare la richiesta di accesso agli atti per conoscere (come già  fatto  da senatori e consiglieri  del M5S per le Regioni  Lazio, Basilicata, Campania, Toscana fino ad oggi) i dati di esenzione ticket, per il periodo 2016/2013 in relazione ad alcune gravi patologie come i tumori, l’asma, i nati prematuri, le malattie tiroidee, il Parkinson, l’Alzheimer e la tiroidite di Hashimoto.

“La Regione Abruzzo – scrive Castaldi – e quella del vicino Molise sono ormai da molti anni interessate da migliaia di reati ambientali : non vi è dubbio che esistano aree di criticità importanti, caratterizzate dall’inquinamento di acque e ambiente. L’Unione Europea nell’ultimo decennio ha più volte sanzionato il nostro paese per la cattiva gestione dei rifiuti e/o la mancata messa a norma delle ex discariche, affinché potessero non arrecare danni alla salute dell’uomo e alla tutela dell’ambiente.  Negli ultimi anni molte aree sia della  Regione Abruzzo che della Regione Molise, si sono purtroppo caratterizzate per un alto tasso di inquinamento ambientale che secondo quanto ipotizzato da molti è causa diretta dell’ aumento dell’incidenza dei tumori e di altre gravi patologie.

Come è tristemente noto – continua il senatore grillino – la registrazione dei tumori non viene effettuata in modo sistematico in tutta Italia; solo il 43% della popolazione è coperto da un registro accreditato, di popolazione o specialistico. Solo dove c’è un registro i tumori vengono contati uno a uno (dati osservati). Per il resto del territorio si procede in modo diverso. Quando addirittura non si procede.

Con questa iniziativa, coordinata dal dottor Petrosino che ottimizzerà per una validità scientifica i dati – chiude Castaldi – vogliamo che i cittadini conoscano e prendano coscienza delle conseguenze di una gestione ambientale attenta solo ad interesse particolari e non curante di tutti i riflessi che comporta per la salute umana.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts