Banner Top
Banner Top
Banner Top

Tentata rapina in via Alfieri, identificato e denunciato l’autore

Aveva rappresentato l’ennesimo tentativo di scippo quello consumato, ieri mattina, nella centralissima via Alfieri ai danni di una donna di 73 anni. Un tentativo di strappare la collana che la donna indossava finito male. Subito richiamate sul posto le Forze dell’Ordine hanno avviato immediatamente le indagini e oggi i carabinieri del Comando di Vasto hanno identificato e denunciato l’autore. Si tratta di N.O., tunisino di 34 anni già noto alle Forze dell’ordine, denunciato in stato di libertà con l’accusa di tentata rapina.

Da giorni, a seguito degli ultimi eventi criminosi, oltre alle pattuglie in divisa presenti sul territorio quotidianamente, i Carabinieri di Vasto hanno intensificato i controlli con militari in abiti civili che, a piedi ed in auto, si muovono nel centro abitato. Grazie alle informazioni raccolte dai militari subito dopo l’accaduto e la sommaria descrizione fornita dalla vittima, che questa mattina ha formalizzato la denuncia presso gli uffici dell’Arma, è stato possibile identificare il 34enne, che vive a Vasto senza fissa dimora.

via AlfieriI controlli messi in campo dai Carabinieri già nei giorni scorsi avevano dato i primi risultati. Uno straniero era stato identificato dai militari e nei suoi confronti era stata avanzata la richiesta del foglio di via obbligatorio all’Autorità competente. L’uomo si era avvicinato ad una donna nel tentativo di scipparla ma le urla della signora lo avevano fatto desistere. I militari dell’Arma, subito intervenuti, lo avevano in poco tempo rintracciato.

Anche il quarto caso di scippo o tentativo di scippo è stato risolto in tempi brevi; manca l’individuazione degli aggressori dell’impiegata dell’agenzia dell’INA Assitalia violentemente aggredita nei giorni scorsi per sottrarle l’incasso della giornata. Un caso su cui continuano le indagini degli inquirenti.

L’escalation di episodi di microcriminalità sta preoccupando e non poco gli abitanti di quella che una volta era ritenuta l’oasi della pace e non si può non salutare con approvazione il maggiore impegno profuso dalle Forze dell’Ordine come annunciato del comunicato del Comando provinciale dell’Arma, in attesa di sapere di più sulla sorte del Tribunale e del locale Commissariato.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts