Banner Top
Banner Top

Esordio vincente della Vastese Calcio in Eccellenza

calcioBuona la prima per la Vastese 1902 che, all’esordio in assoluto nel campionato di Eccellenza, ha battuto il coriaceo Miglianico per 2-1. Restano all’Aragona i tre punti in palio ma quanta sofferenza per i vastesi, al termine di una sfida equilibrata che poteva tranquillamente terminare in parità. Di certo c’è che gli ospiti sono stati sfortunati, al contrario dei locali che devono ringraziare Antignani e Avantaggiato i quali, con una rete per tempo, hanno chiuso la pratica Miglianico a favore della Vastese che ha molto da lavorare. Il vantaggio dei biancorossi arriva dopo due giri di lancette: cross di Berardi per Antignani che blocca di petto e insacca con un destro imprendibile. Gli ospiti rispondono al 5’ con la punizione di Quintiliani che colpisce la traversa, ma si rendono pericolosi anche al 25’, quando Contestabile, ben appostato, manda di poco fuori, e al 33’ con Marrone che ha dovuto fare i conti con Cialdini che ha spedito in angolo. Nella ripresa, è il 10’, Torres trova nel portiere chi gli dice no al raddoppio. Al 19’ arriva il pareggio con il colpo di testa di Contestabile. Al 26’ è Avantaggiato a riportare il sorriso in casa biancorossa con il gol del definitivo 2-1, ma quanta paura in chiusura, quando gli ospiti vanno vicinissimi al pari, però senza fare i conti con Cialdini che, con un colpo di reni, spedisce il pallone in angolo. Sull’esito della gara, opinioni opposte quelle dei tecnici. “Abbiamo sofferto e lottato – ha detto Di Santo –, il pareggio sarebbe stato pure giusto. Con due elementi in più (difensore e centrocampista, ndr), e la società sa, la squadra sarà più competitiva”. “Meritavamo di vincere, altroché, – ammette Tatomir – comunque il nostro obiettivo è fare bene ogni domenica, fra due mesi vedremo”.
E ora la nota dolente: sabato mattina c’è stata la presentazione di società e squadra in Municipio. Vastese Calcio 1902 e Amministrazione comunale si sono guardati bene dall’invitare la nostra testata, forse anche qualche altra, come dicevano allo stadio alcuni rappresentanti degli organi d’informazione. Avranno avuto i loro buoni motivi, comunque complimenti. A noi, per fortuna, interessa il calcio giocato e non certo le passerelle.

Michele Del Piano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts