Banner Top
Banner Top

Picchia e minaccia il padre, arrestato 25enne

commissariato-conferenza stampa - 1Non è stato facile per gli uomini del Commissariato di Pubblica sicurezza di Vasto, diretto dal vicequestore Cesare Ciammaichella, convincere un uomo finito in ospedale con una prognosi di 30 giorni per una costola e un piede fratturati a spiegare l’accaduto. Alla fine, comunque, gli agenti sono riusciti a venire a capo dell’accaduto, scoprendo una problematica situazione famigliare: F. P. S., il 25enne arrestato, di fatto aveva creato un clima di terrore tra i famigliari e le persone ad essi collegati, per via di eccessi d’ira violenti che il 13 luglio scorso hanno portato al ricovero del padre del giovane.
Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, il giovane si sarebbe recato intorno alle 14 presso l’abitazione della compagna del padre, urlando dalla strada per questioni riguardanti il lavoro. La vittima, infatti, risulta essere un pescatore professionista. Non è ben chiaro cosa sia andato storto nel colloquio a distanza tra i due, ma improvvisamente il giovane, con arnesi di fortuna, si è accanito sul portone esterno dell’abitazione, riuscendo a sfondarlo. Subito dopo, il 25enne si sarebbe accanito contro il secondo ingresso, ma a quel punto, per evitare ulteriori danni, il padre del giovane avrebbe aperto la porta, con il risultato di essere violentemente aggredito dal giovane, finendo quindi al Pronto soccorso.
Non contento del pestaggio, il giovane avrebbe poi contattato telefonicamente il proprio padre continuando a proferire minacce di ogni genere, dall’incendio dell’auto, fino alla promessa di uccidere il proprio genitore, il quale, solo dopo un lungo colloquio con gli agenti del Commissariato si è finalmente deciso a raccontare i fatti, rivelando il clima di terrore che regnava in famiglia e che aveva sostanzialmente portato tutti i membri della stessa ad abbandonare la casa in cui vivevano.
In passato il giovane, che si era reso protagonista di altre condotte violente contro i membri della propria famiglia, è stato anche ricoverato in centri specializzati, a causa proprio di queste esplosioni di violenza.
Adesso però il giovane è stato arrestato con le accuse di danneggiamento aggravato, minacce aggravate, lesioni personali aggravate, il tutto con il vincolo della continuazione.
Del caso si stanno occupando il Pubblico Ministero Giancarlo Ciani e il Giudice per le Indagini Preliminari Stefania Izzi.

n.l.

  • commissariato-conferenza stampa - 3
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts