Banner Top
Banner Top
Banner Top

Comune Ko dinanzi al Consiglio di Stato, ma le NTA sono salve

comune di vastoDuplice sconfitta legale per il Comune di Vasto, ambedue anche di grande valenza politica, e da questo punto di vista il risultato un po’ si ribalta. E sì. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal Comune attraverso i legali Franco Gaetano Scoca e Marina D’Orsogna confermando di riflesso quanto disposto dal TAR Abruzzo che aveva accolto le istanze presentate dagli avvocati Salvatore De Simone e Giuseppe Gileno per conto della società Icem snc, il cui legale rappresentante è Michele Monteferrante, dando di fatto il via libera alla costruzione di un Hotel in località Incoronata . Una sentenza, quella del tribunale amministrativo che pesava e non poco anche sulla validità dell’impianto delle Norme Tecniche di Attuazione entrate in vigore nel 2011 con il chiaro intento di ridurre la cementificazione nella città di Vasto. I togati amministrativi avevano imposto al Comune una scadenza di 8 mesi per accompagnare alle NTA la dovuta Valutazione Ambientale Strategica (VAS), una mancanza più volte sottolineata anche dalle opposizioni in sede consiliare. In attesa della sentenza del Consiglio di Stato, il Comune ha incassato la Vas dalla Regione e, quindi, nonostante il pronunciamento del 22 agosto scorso riesce a salvare in toto l’impianto delle NTA.

La sentenza apre le porte a un risultato analogo anche per un’altra vertenza legale su un secondo hotel che la stessa Icem vorrebbe realizzare in contrada S. Biagio, ma se ne riparlerà nell’udienza del 3 dicembre prossimo.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts