Banner Top
Banner Top
Banner Top

Regione: “Più imprenditrici” e “Più professioniste”, un successo

paolo-gatti
Paolo Gatti

Sono state pubblicate le risultanze degli Avvisi “Più imprenditrici” e “Più professioniste”, due linee di intervento finanziate con 2 milioni di euro e facenti parte dell’Avviso “La crescita è donna 2”, che prevedeva interventi in favore dell’occupazione femminile e della conciliazione vita/lavoro per le donne.

42 sono le nuove imprese “in rosa” finanziate con la linea “Più imprenditrici”, con un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 25mila euro per le spese di avvio attività e di gestione;

75 quelle che hanno ottenuto incentivi per l’attivazione di 80 rapporti di consulenza in favore di giovani professioniste abruzzesi per la seconda linea di intervento “Più professioniste”.

L’assessore al Lavoro e alle Politiche Sociali, Paolo Gatti: “Ancora una volta, l’Avviso “La crescita è donna” è stato un successo in termini di risposta da parte del territorio, per interventi rivolti alla valorizzazione della professionalità delle donne abruzzesi, che hanno colto questa importante opportunità per fare parte del mondo del lavoro ed esserne, finalmente, protagoniste.

È stata proprio l’eccezionale partecipazione alla prima edizione dell’Avviso che ha portato a riproporre la stessa tipologia di interventi. Infatti, le due edizioni hanno portato alla creazione di ben 86 nuove imprese in rosa, l’attivazione di centinaia di collaborazioni professionali oltre che, con la terza linea, quella inerente la conciliazione, il sostegno a migliaia di donne per le spese relative ai carichi familiari”.

Secondo Gatti “questo progetto, che abbiamo illustrato come best practice alla UE e al Ministero del Lavoro, ha rappresentato nelle sue due edizioni con originalità ed efficacia la nostra ferma volontà di dare più opportunità alle donne di entrare nel mondo del lavoro, in qualità di imprenditrici o di professioniste e di poter conciliare queste attività con la vita familiare. Siamo spinti dalla convinzione che sia indispensabile l’apporto delle donne alla crescita del sistema Italia e del sistema Abruzzo. La crescita del PIL in Italia passa dalla capacità di portare la professionalità e l’entusiasmo delle donne nel perimetro del mercato del lavoro, della produzione, delle professioni. L’Abruzzo in questi anni ha contribuito a che questo enunciato si trasformasse prima in opportunità concreta e poi in reale cambiamento della composizione del mercato del lavoro regionale”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts