Banner Top
Banner Top

Punta Penna, sabbia dorata e natura selvaggia

Punta Penna1Splendido: non si potrebbe definire altrimenti lo spettacolo regalato ai visitatori dallo scenario della spiaggia di Punta Penna. Oltre 1 chilometro di delicatissima sabbia dorata delimitata da un alto frontone che ne abbraccia la natura selvaggia e le dune che accolgono piante assai rare e le attività riproduttive di specie di grande rilievo come il fratino, simbolo della Riserva di Punta Aderci. Il mare qui è cristallino e trasparente, con i fondali lentamente degradanti e sabbiosi e rappresenta davvero un must per i bagni estivi e gli sport acquatici.

Punta PennaE chi voglia fermarsi fino a sera, fino a metà luglio  potrà ammirare un romantico tramonto in mare, uno dei due soli luoghi sull’Adriatico in cui è possibile vederlo. Stagliata a Nord del porto di Punta Penna, la spiaggia è dominata dal faro di 73 metri, il secondo più alto d’Italia, e dalla torre di difesa voluta dal viceré di Napoli fra il 1563 e il 1568. Di rilievo la presenza di un’area ristoro attrezzata e di ampie possibilità di parcheggio.

Coordinate GPS: 42°10’16.96” N – 14°42’38.19” E

 Luigi Spadaccini
foto di: Danilo Spadaccini
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts