Banner Top
Banner Top

Angelo Bucciarelli assolto, Antonio Boschetti condannato.

Tribunale-PescaraNon solo Ottaviano Del Turco era il protagonista del pronunciamento del tribunale quest’oggi. 25 erano gli imputati insieme a due società. Vediamo nel dettaglio le decisioni dei giudici a cominciare dall’ex capogruppo del Pd Camillo Cesarone condannato a 9 anni (l’accusa ne aveva chiesti 10); il braccio destro di Del Turco Lamberto Quarta, per lui 6 anni e 6 mesi; e, poi, 9 anni per l’ex manager della Asl Luigi Conga e 3 anni e 6 mesi a Vincenzo Angelini, patron della società villa Pini. Condannati anche l’ex deputato del Pdl  Sabatino Aracu a 4 anni di reclusione; l’ex assessore alle Attività produttive Antonio Marcello Boschetti. Pene sospese di 1 anno e 6 mesi per Pierluigi Cosenza, 2 anni per l’ex assessore alla Sanità Bernardo Mazzocca, 2 anni per Francesco di Stanislao, mentre la Società Villa Pini è stata condannata al pagamento di 400 quote societarie del valore di 500 euro l’una per un totale di 200 mila euro.

Quindi, il capitolo interdizioni:

Interdetti dai pubblici uffici e incapaci di contrattare con le pubbliche amministrazioni in perpetuo Del Turco, Cesarone, Quarta e Conga; interdetti per 5 anni  Aracu, Angelini, Boschetti e per la durata della pena Cosenza, Mazzocca, Di Stanislao.

Interdizione dall’esercizio dell’attività e inabilità a contrattare con la pubblica amministrazione la Villa Pini srl per 1 anno e 6 mesi.

Sono stati, invece, assolti l’ex assessore alla Sanità Vito Domenici, per il quale erano stati chiesti 4 anni; l’Ad della Humangest, Gianluca Zelli, in quanto “il fatto non costituisce reato”;   Marco Panna, “per non aver commesso il fatto”;  l’ex segretario di Mazzocca, Angelo Bucciarelli, “per non aver commesso il fatto”; Mario Romano. Assoluzione in merito al capo 11 anche per Pierluigi Cosenza per “non aver commesso il fatto”; ed ancora per Domenica Pacifico, per “non ha commesso il fatto” e Giacomo Obletter con la stessa motivazione.

Del Turco, Cesarone e Quarta hanno incassato, però, anche l’assoluzione dal reato di concussione in concorso così come Mazzocca e Di Stanislao sono stati assolti dal reato di soppressione dell’atto pubblico e del falso quest’ultimo anche da quello di abuso d’ufficio.  Assolta anche la Barclays Bank dall’illecito amministrativo.  mentre sono caduti in prescrizione alcuni reati contestati a Angelini, Vito Domenici, Walter Russo, Luciano Di Odoardo, Silvio Cirone, Pierluigi Cosenza, Boschetti, Tortora, Aracu, Conga.

Mazzocca e Di Stanislao sono stati assolti per il capo di imputazione che riguarda la soppressione dell’atto pubblico e del falso. Il secondo è stato assolto anche dal reato di abuso d’ufficio.  Il tribunale ha inoltre dichiarato la falsità della delibera di giunta regionale 1326 del 2005.

Ultimo capitolo riguarda i risarcimenti del danno valutati in 10 milioni di euro che dovranno essere pagati in concorso da Del Turco (30%), Quarta (18%), Cesarone (25%); Boschetti (7%), Mazzocca (9%), Di Stanislao (6%), Cosenza  (1%), Angelini (4%). Conga e Aracu al 50% dovranno versare 100 mila euro.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts