Banner Top
Banner Top

Provincia: approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione e dell’illegalità

La Giunta provinciale ha approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione e dell’illegalità, adeguandosi tempestivamente a quanto previsto dalla recente normativa nazionale in materia. Si tratta di un corposo documento, di circa quaranta pagine, con il quale l’Amministrazione provinciale si pone come obiettivo un maggiore controllo degli uffici, in particolar modo quelli particolarmente esposti al rischio di corruzione. Il Segretario generale, Angelo Radoccia, quale Responsabile della prevenzione della corruzione dell’Ente, ha il compito di adempiere a quanto previsto dall’adozione del Piano.

provinciaIl documento prevede, tra l’altro, l’individuazione di tutte quelle attività per le quali è elevato il rischio di corruzione, il monitoraggio dei termini per la conclusione dei procedimenti, l’individuazione di ulteriori strumenti di trasparenza. I destinatari sono gli amministratori dell’Ente, i dipendenti e i concessionari e gli incaricati di pubblici servizi. Entro il 30 settembre di ogni anno ciascun dirigente trasmette le proposte relative al Piano al Segretario generale, il quale provvede a elaborarle e a sottoporle alla Giunta provinciale per l’approvazione, che dovrà avvenire entro il 31 dicembre. Il personale individuato e assegnato ai servizi a maggiore rischio saranno selezionati e formati appositamente, per garantire tempestività e puntualità nelle attività di controllo e monitoraggio. Anche il Piano è facilmente scaricabile dal sito web istituzionale dell’Ente.

“Con l’approvazione del documento la Provincia di Chieti si dimostra ancora una volta puntuale e rispettosa in riferimento alla normativa nazionale – sottolinea il Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio – Leggendolo attentamente ci si potrà rendere conto della sua validità. La nostra Provincia si conferma un esempio per l’attenzione data ai temi legati alla trasparenza e alla limpidezza dei rapporti con i cittadini: è per loro che lavoriamo, a loro dobbiamo rendere conto e soprattutto – conclude il Presidente Di Giuseppantonio – devono avere a disposizione ogni strumento possibile per informarsi autonomamente circa quello che le Amministrazioni Pubbliche svolgono quotidianamente”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts