Banner Top
Banner Top

L’amministrazione comunale di San Salvo alle prese con il bilancio di previsione

San Salvo_ConsiglioConferenza dei capigruppo a San Salvo, la settimana prossima, con all’ordine del giorno la seduta del Consiglio comunale per l’approvazione del bilancio di previsione 2013. Un passaggio sempre più delicato, poiché, come spiega il sindaco Tiziana Magnacca, “difficoltà legate alle incertezze della programmazione e della pianificazione delle risorse che dovrebbero arrivare da Roma. Siamo arrivati a metà anno, il comune di San Salvo, come tutti gli altri enti locali, non ha certezza dei fondi che verranno trasferiti con conseguente difficoltà a pianificare le spese. Al momento si ha solo la possibilità di utilizzare una sorta di formula matematica per poter calcolare in maniera solo presuntiva i trasferimenti del fondo di solidarietà. Una dimostrazione di come si stia navigando a vista da parte dello Stato”.
Senza contare, poi, i tagli della spending review che si annunciano ancora più pesanti, rispetto a quelli degli anni passati: “Per il Comune di San Salvo il trasferimento dallo Stato – commenta Stefano Battista, presidente della Commissione Bilancio – sarà di circa 68mila euro con un taglio certo che si avvicina al milione di euro. Nonostante i tagli e le incertezze siamo riusciti a garantire i servizi sociali, tutelare l’ambiente e le manutenzioni, oltre a fare un buon piano di investimenti anche grazie al D.L. n. 35/2012 e al recupero dell’evasione fiscale”.
In questa difficile situazione, il sindaco Magnacca comunque rivendica lo sforzo fatto a sostegno delle famiglie e dei redditi più bassi: “Abbiamo attuato politiche di riduzione delle tariffe dei servizi a domanda individuale, come quelle per gli asili nido con l’abbassamento della rette mensile per rilanciare l’offerta dei nostri servizi e per andare incontro alle difficoltà del momento”.
Interventi anche sull’Imu, con la riduzione sulla seconda casa, un provvedimento considerato come “un messaggio forte che abbiamo voluto lanciare introducendo nel contempo agevolazioni sull’Imu della prima casa, qualora il governo centrale dovesse decidere di farla rimanere”.
A gennaio, ricordano il sindaco e il presidente della Commissione bilancio, si è provveduto anche ad abbassare la Tosap del 20%, operazione possibile “grazie al recupero dell’evasione fiscale”.
Altra preoccupazione degli amministratori risiede nelle nuove regole della tassa dei rifiuti: “Ci saranno incontri con le categorie per spiegare le problematiche e per poter far fronte conune per chiedere il rinvio della Tares”.
Ed è in questo quadro che l’amministrazione comunale di San Salvo si appresta ad approvare  il complesso documento riguardante il bilancio di previsione 2013.

n.l.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts